Domotica e risparmio energetico

A cura di:

Il Convegno “Domotica, risparmio energetico e controllo dell’illuminazione nel terziario” è partito dalla definizione e dalla descrizione di un impianto domotico e delle sue funzioni (automazione luci e tapparelle, controllo carichi, antifurto, diffusione sonora, termoregolazione a zone e videocitofonia) considerando il sistema My Home di BTicino.
Attraverso la dettagliata presentazione delle funzioni, con il supporto di pannelli dimostrativi, è stato possibile toccare con mano il sistema in tutta la sua semplicità di installazione, facilità di utilizzo e illustrare quale grado di comfort possa offrire in un’abitazione.
In questo senso sono stati analizzati approfonditamente anche gli aspetti normativi inerenti all’istallazione e al dimensionamento di un impianto domotico, alla predisposizione e all’impatto sulle opere murarie.

La domotica per tutti
Un sistema domotico può contribuire ad aiutare diversamente abili e anziani nella vita quotidiana, consentendo di creare scenari dedicati che, attivati da un unico comando, possano gestire più funzioni, ad esempio per chiudere le tapparelle e accendere automaticamente la luce. Queste fasce di popolazione possono trarre vantaggio dall’impiego di interfacce mobili, di normale produzione di serie, quali telecomandi a infrarossi, comandi a soffio, medaglioni per telesoccorso.
E’ stato poi dimostrato come in questi ultimi anni, anche grazie all’impegno di BTicino, sia radicalmente cambiata tipologia di cliente dei sistemi domotici, non più relegati a poche abitazioni esclusive di lusso e di costo elevato, ma invece destinate a un pubblico molto più ampio.
La domotica My Home infatti trova oggi normale applicazione in appartamenti con finiture standard, alla portata di un’ampia fascia di popolazione.
A conferma di questo è stato analizzato l’impianto da un punto di vista economico, segnalando come i costi complessivi, considerando di materiale ed installazione, risultino ormai essere poco lontani da quelli un impianto tradizionale.

I servizi
L’esperienza di BTicino nel settore della domotica, con le sue numerosissime installazioni, si estrinseca anche nei servizi offerti al cliente quali il servizio assistenza, la garanzia estesa o la possibilità di monitorare a distanza e azionare gli impianti della propria abitazione tramite internet o cellulare, accedendo ad un portale dedicato e protetto da protocolli di sicurezza di tipo bancario.

Risparmio energetico, classe energetica e gestione dell’illuminazione
Sono state poi ha analizzate le nuove norme sulla certificazione energetica degli edifici, partendo da quella europea fino ad arrivare alle regionali.
E’ stato evidenziato quali vantaggi, a fronte di minimi investimenti iniziali, possa apportare un sistema domotico in termini di risparmio di energia e riduzione dei consumi. Ai fini della certificazione energetica degli edifici, tali riduzioni dei consumi, consentono il passaggio a classi energetiche inferiori. A dimostrazione di questa affermazione è stato analizzato un esempio concreto utilizzando uno degli strumenti operativi di cui si avvalgono normalmente i tecnici professionisti, nel caso uno dei Software ufficiali realizzati delle Regioni che si sono adeguate alla normativa.
Un significativo risparmio energetico, con conseguente riduzione dei costi, può essere ottenuto anche attraverso il controllo dell’illuminazione nel terziario impiegando un sistema di lighting management. Anche in questo caso sono stati portati esempi concreti di realizzazioni in un supermercato e in una biblioteca. Attraverso il dettagliato prospetto dei costi e dei consumi, si è evidenziato il risparmio sulla bolletta energetica. I tempi di ammortamento degli investimenti sostenuti per l’installazione di un impianto di lighting management, possano variare da un minimo di 6 mesi per un supermercato ad un massimo di 4 anni per un piccolo ufficio, con benefici economici significativi tenendo presente che la vita media di un impianto è di 15 anni.

Il dibattito
Il pubblico, composto in prevalenza da rappresentati di imprese edili e tecnici, ha dimostrato estremo interesse sul tema, in particolare sul risparmio energetico, nella prospettiva dell’impatto concreto sul loro lavoro delle nuove normative.
Altro tema emerso dalla discussione è la poca conoscenza della tecnologia domotica e la sopravvalutazione delle problematiche tecnico/installativema/applicative: si ritiene che la domotica presupponga l’utilizzo di strumenti informatici a logica centralizzata e quindi si immagina una fragilità del sistema e un’interruzione totale del servizio in presenza di guasti.
E’ stato precisato come, nel caso di My Home di BTicino, il sistema non sia legato all’utilizzo di software o PC, ma come sia autonomo in ogni sua funzione, perché basato su un’intelligenza distribuita, e quindi come un singolo guasto riguardi semplicemente il singolo comando, come in un impianto tradizionale, e non interferisca con il sistema nel suo complesso.

Gli interventi
• Ing. Davide Colombo (Marketing Operativo Immobiliari BTicino)
La struttura di un impianto domotico: cosa cambia rispetto ad un impianto tradizionale, la struttura impiantistica, vantaggi.
• Antonio Aldizio (Membro comitato CEI 306-2)
Edilizia residenziale: guida per la predisposizione delle infrastrutture per gli impianti elettrici e tecnologici.
• Dario Necchi (Formazione Tecnica BTicino)
Il risparmio energetico
• Ing. Jacopo Dondossola (Marketing Operativo Terziario BTicino)
Illuminazione ad alta efficienza energetica ed abbattimento dei consumi.

Per ulteriori informazioni
www.bticino.it

“Domotica, risparmio energetico e controllo dell’illuminazione nel terziario”
Ancona, 5 febbraio 2009