S. Maria Goretti

A cura di:

La chiesa dedicata a Santa Maria Goretti si configura come elemento unico all’interno del contesto in cui è collocato.
La facciata principale, che si apre sulla nuova piazza della chiesa, è caratterizzata da pochi ma essenziali elementi che definiscono i principali segni di riconoscibilità della tradizione cristiana: il portale di ingresso e la croce.
La pianta dalla forma organica è disegnata partendo dalle curve di alcune delle più belle chiese barocche, venendo a creare una pianta monumentale e dinamica in cui lo spazio centrale si confronta e si rapporta in maniera differente con le cappelle laterali.

2

Le opere d’arte sono state ideate tenendo conto del progetto architettonico e delle sedi indicate per la loro destinazione.
L’intento, è stato quello di far convivere in modo armonico le due discipline senza tradirne l’autonomia.
Per queste, ci si è avvalso di materiali legati alla tradizione come, il marmo, il bronzo e il mosaico che si confrontano e dialogano con l’eco del barocco che si percepisce nell’innovativo carattere dell’architettura.

3

Alcune opere saranno più vicine alle forme fluide delle pareti della Cappella, come l’Ambone, la figura della Vergine Maria, la Custodia Eucaristica e il Fonte Battesimale.

4

Gli edifici sono stati progettati secondo i principi della progettazione passiva per attingere alle risorse naturali: essi infatti ‘respirano’ grazie alla ventilazione e sono illuminati naturalmente, limitando il ricorso agli impianti meccanici e promuovendo un rapporto armonioso con il creato.

6

Progetto vincitore del Progetto Pilota CEI 2011
Artista: Giuseppe Maraniello
Liturgista: Don Amilcare Zuffi
Strutture: Favero & Milan
Impianti tecnici: Manens – TIFS
Illuminotecnica: Cannata Lightning Design
Rendering 3D: ENGRAM

7