Primo supermercato interamente illumianto a led

Aveva annunciato che avrebbe tolto tutte le lampadine a incandescenza dai suoi scaffali, proponendo ai clienti solo l’acquisto di sorgenti luminose eco-compatibili.
Ora COOP si spinge oltre e, coerentemente con la sua tradizionale sensibilità ambientale, rafforza l’investimento in risparmio energetico anche per l’illuminazione dei propri punti vendita. A fare da pioniere è COOP LOMBARDIA che ha appena inaugurato a Desio il primo supermercato illuminato interamente LED.
Ad accompagnare la nuova svolta verde del colosso italiano della GDO è stata Targetti che – grazie a un anno di lavoro congiunto con INRES, la struttura tecnica di COOP – ha creato un’intera gamma di prodotti di illuminazione a LED ideati per le esigenze specifiche della Grande Distribuzione Organizzata.
Nel supermercato COOP di Desio gli apparecchi TARGETTI GDO hanno rimpiazzato le lampade a scarica fino ad ora in uso.
La logica che ha guidato la scelta è stata quella di assicurare la miglior luce possibile e con il maggior numero di vantaggi per tutti:
· per l’ambiente, grazie alla riduzione del consumo di energia elettrica assicurato dall’impiego di LED di altissima qualità;
· per i cibi dei banchi-freschi, a cui la totale assenza di emissioni di raggi UV garantisce la perfetta conservazione eliminando qualsiasi rischio di alterazione;
· per i clienti, finalmente liberati dal fastidio dell’abbagliamento luminoso puntiforme grazie a un rigoroso controllo del fascio;
· per gli esercenti che possono concedersi addirittura il lusso di dimenticarsi della luce per ben 10 anni, dal momento che, una volta installati, i TARGETTI GDO non richiedono alcun intervento per oltre 50.000 ore.Ma la carica di innovatività che caratterizza il progetto illuminotecnico della COOP di Desio non finisce qui.
Siamo ormai ampiamente consapevoli che il processo d’acquisto è determinato non soltanto dal prezzo e dalla qualità effettiva delle merci esposte, ma anche
dalla valorizzazione della qualità propria di ogni prodotto e dal confort complessivo dell’ambiente in cui si trova.
La luce in questo ha un ruolo fondamentale per la capacità che ha di prendersi cura della presentazione del prodotto, soprattutto a partire dal rispetto delle sue qualità cromatiche.
Quello che i TARGETTI GDO ideati per il progetto di Desio promettono (e mantengono) è di far vedere ciò che è esposto nei banchi-freschi dei supermercati esattamente come è, accompagnando con studiata naturalezza il processo di vendita e anche quello di acquisto. Ci riescono grazie a uno speciale dispositivo ottico che accomuna tutti i prodotti della gamma, in ognuna delle loro declinazioni.
Proiettori, sospensioni o incassati a seconda delle necessità, tutti i TARGETTI GDO hanno al loro interno un “cervello ottico”, frutto di un apposito brevetto, che non si limita a emettere una buona luce, ma fa esattamente la luce necessaria per far risaltare al meglio le caratteristiche cromatiche degli alimenti che illumina.
Basta chiederla, e i 16 MICROLED ad alta potenza alloggiati all’interno degli apparecchi, miscelano la potenza, la temperatura di colore e la declinazione cromatica perfette per ottenerla.
E’ così possibile assicurare una resa del colore della merce illuminata che non teme confronti.
Nel supermercato COOP di Desio, specializzato soprattutto nei freschissimi, è stata scelta una luce ad ampio spettro cromatico in grado di rispettare il colore naturale della carne, del pesce e dei prodotti ortofrutticoli; per la cantina vini si è optato per una luce di tonalità calda e accogliente, in linea anche con gli arredi; per le testate degli scaffali generici si è invece preferita una luce bianca neutra.
Il risultato, una volta eseguita l’installazione, non ha tradito le aspettative.
La perfetta coerenza tra la luce programmata all’interno degli apparecchi e l’effetto luminoso risultante è infatti uno degli altri plus esclusivi degli apparecchi TARGETTI GDO, ognuno dei quali viene testato al termine della produzione e corredato di un report che ne garantisce intensità e valenza cromatica, omogeneità del fascio emesso e conformità dello spettro radiante.
Terzo player europeo nel campo dell’illuminazione architettonica di interni ed esterni, con questo progetto TARGETTI conferma la sua vocazione a non agire semplicemente come fornitore, ma a costruire veri e propri rapporti di partnership con i propri clienti in modo da trasformare la luce in un investimento fruttuoso ed efficace.
E’ così da oltre ottanta anni: singole sfide nate per specifici progetti, portano alla nascita di intere gamme di prodotti.
E’ successo collaborando con i grandi nomi dell’architettura, con i più importanti studi di ingegneria e con i più esigenti contractor, con i più prestigiosi marchi nel settore del retail e dell’hôtellerie e con migliaia di amministrazioni pubbliche.
Questo impegno costante si rinnova oggi, con questo ambizioso ingresso nel mondo della Grande Distribuzione Organizzata.
Per COOP LOMBARDIA il progetto di Desio rappresenta un’eloquente conferma della vocazione a perseguire l’“eccellenza del quotidiano” attraverso scelte di ampio respiro, come quella di costruire il primo vero e proprio Eco-store.
L’illuminazione a LED si inserisce infatti in un concept progettuale globale: sul tetto è stato installato un impianto fotovoltaico capace di produrre ogni anno 50.000 kWh che eviterà l’immissione nell’atmosfera di 29.050 kg di CO2; all’interno, un sistema automatizzato controlla la temperatura ambientale e regola le accensioni delle lampade, modulando il livello di illuminazione artificiale in relazione alla quantità di luce naturale che proviene dalle grandi aperture vetrate; la rete di teleriscaldamento cittadina fornisce energia termica, integrata anche dal recupero di calore di condensazione dell’impianto frigo alimentare, caratterizzato dall’adozione di valvole a regolazione elettronica e ventilatori ad alta efficienza e dall’utilizzo di CO2 al posto dell’ R404 nei circuiti a bassa temperatura.
Recuperatori di calore a flussi incrociati, controllo della qualità dell’aria e circuito a portata variabile, completano, infine, le scelte di COOP