La Porta del Parco

A cura di:

L’area ex Italsider ed ex Eternit ha avuto una storica destinazione industriale grazie alla quale si è preservata una vasta porzione di territorio cittadino da forme di speculazione.
Oggi è uno dei pochi siti in Italia ad essere inserito nel piano nazionale delle bonifiche dove l’attività è gia in corso.
L’obiettivo è quello di restituire un luogo incantato alla sua destinazione naturale.

La trasformazione
Il progetto di trasformazione delineato dal Piano Urbanistico Esecutivo di Bagnoli-Coroglio prevede la valorizzazione delle straordinarie risorse ambientali e il rafforzamento della vocazione turistico – culturale dell’area, realizzando un insediamento urbano nel quale le nuove attività – residenze, attrezzature per il turismo, il tempo libero e lo svago, attività produttive ad alto contenuto tecnologico – si integrano con la natura circostante.
Gli elementi chiave della trasformazione dell’area sono infatti il verde e la natura: un grande parco di circa 120 ettari occuperà gran parte dell’area oggetto della bonifica. All’interno del parco, attraverso il recupero di alcuni manufatti di archeologia industriale, verranno realizzate attrezzature a scala urbana, attrattori economici e servizi di quartiere.
In definitiva si tratta di dar vita ad un’area integrata, nella quale le funzioni più squisitamente legate al mare, dalla balneazione al turismo nautico e da diporto si coniughino funzionalmente con le attività a terra, di tipo terziario, residenziale e produttivo, il tutto in un contesto di sinergia con i quartieri che la circondano

Cantieri e progetti
Nel 2007 è partita la trasformazione urbana dell’area di Bagnoli con l’apertura dei primi tre cantieri, la Porta del Parco, il Parco dello Sport e l’Acquario Tematico, ormai ultimati. In questa sezione sono riportati gli stati di avanzamento dei lavori, corredati con immagini sulle attività in corso anche dei cantieri Napoli Studios e delle Infrastrutture. Inoltre sono riportate le progettazioni in corso per la realizzazione del Parco Urbano e del Polo Tecnologico dell’Ambiente.

La porta del parco
La Porta del Parco (Centro Integrato per i Servizi al Turismo) è localizzata all’incrocio tra via Enrico Cocchia e via Nuova Bagnoli, all’interno dell’area ex Ilva.
Il Centro è interamente dedicato al benessere e all’intrattenimento.
La struttura ospita un centro benessere con area fitness, aree per la promozione del turismo, una sala conferenze per congressi e manifestazioni di 300 posti ed un parcheggio di 600 posti auto a servizio della struttura e del realizzando Parco Urbano di Bagnoli.
Il cantiere è stato inaugurato nel gennaio 2007, sono attualmente in corso le attività di collaudo.
Il Centro Multifunzionale è articolato su tre livelli ed è strutturato come un percorso del benessere e ludico. Particolare attenzione è stata posta alla progettazione dei diversi ambienti in cui si articola.

Il centro offrirà un’opportunità unica a Napoli a quanti desidereranno ritagliarsi un momento estremamente rilassante con il suo centro benessere che si sviluppa per circa 6.000 mq in aree per massaggi e trattamenti e un’area con piscine diversificate per forma e temperatura e tutte predisposte per l’alimentazione con acqua termale. Gli spazi esterni, il solarium, la terrazza ed il bar completano il percorso.

Il progetto definitivo è stato redatto dall’ATI con capogruppo MWH; la progettazione esecutiva ed i lavori sono stati assegnati, nell’ottobre 2006, alla SLED. Il Progettista della variante è l’ATI di Direzione Lavori Servizi Integrati Srl – IDI Srl che si è avvalsa della consulenza dell’architetto Silvio D’Ascia.

Il cantiere è stato aperto il 30 gennaio 2007, sono attualmente in corso le attività di collaudo.

Costo: circa 38 milioni di euro al netto dei ribassi di gara. A seguito di una variante, derivante dalla necessità di migliorare la sua funzionalità e di soddisfare le esigenze delle sopravvenute disposizioni legislative e regolamentari nel settore del risparmio energetico, il costo definitivo dell’intervento è incrementato a circa 46 milioni. L’intervento è cofinanziato con Fondi POR Campania 2000-2006 e Fondi POR Campania 2007-2013.

IL PROGETTO IN CIFRE
Parcgheggio 600 posti auto
Caffetteria 300 mq
Auditorium con foyer 300 posti
Uffici 600 mq
Sala espositiva 1000 mq
Piazza 8.500 mq

Centro benessere 7600 mq:
– Area piscine 2.000 mq
– Area trattamenti 600 mq
– Area saune 850 mq
– Area fitness 300 mq
– Vitamin bar 200 mq
– Shop 150 mq
– Coiffeur 100 mq
– Area polivalente 1.800 mq

Attrezzature presenti nel centro benessere:
3 piscine; percorso kneipp; saune; hammam; laconicum; biosauna; fontana di ghiaccio; docce emozionali; bagno turco; lettini ad acqua; vasca idromassaggio; 15 salette trattamenti; sala per trattamenti di coppia; locale con hammam per due; locale con doccia vichy; locale con doccia scozzese; locale con vasca watsu; 2 sale per trattamenti floating; suite; sala attrezzi; sala corsi, solarium esterno.