Facoltà di Legge, Università di Cambridge

A cura di:

La Facoltà di legge della Università di Cambridge, circondata da prati e alberi, si trova nel centro di Sidgwick, già occupato da edifici moderni progettati da Sir Hugh Casson e Neville Condor, Sir James Stirling e Leslie Martin.
L’edificio di quattro piani fuori terra e altri due interrati, comprende la Squire Law Library, cinque auditori, aule per seminari, sale comuni e uffici amministrativi, e si trova vicino all’Istituto di Criminologia e alla Biblioteca universitaria.
La pianta rettangolare è tagliata a un angolo in diagonale per adeguarsi ai percorsi preesistenti, e alla forma della Facoltà di Storia, costruita da Sir James Stirling.
La biblioteca occupa gli ultimi tre piani e gode di una vista sui giardini prospicienti, attraverso la parete vetrata.
Il piano terra accoglie gli uffici amministrativi e la stanza comune, mentre gli altri piani accolgono gli auditori, le librerie e le aree comuni e sono illuminate naturalmente per mezzo di un atrio a tutt’altezza e di vetri strutturali.
La struttura a terrazze, con una superficie di circa 9.000 metri quadrati, è racchiusa in una copertura in acciaio tubolare a triangoli vetrati, curvata in una sezione di volta a botte dell’ampiezza di circa 35 metri, rifinita in acciaio inossidabile, che termina in una parete rivolta verso sud rivestita in pietra Portland ricostruita e vetro bianco, con luci aperte.
Un atrio a tutta altezza porta la luce naturale dentro l’edificio, e l’aerazione naturale viene utilizzata in tutte le aree, ad eccezione delle sale lettura, che dispongono di un sistema di aria condizionata. L’efficienza dell’aerazione naturale venne testata proprio l’anno del completamento dell’opera, una delle estati più calde che si ricordino.