Abitazione in struttura portante in legno in sopraelevazione di fabbricato esistente

A cura di:

Il progetto ha previsto la costruzione di due appartamenti ad uso abitativo in struttura portante interamente in legno, sopraelevazione di un fabbricato esistente, costruito negli anni ‘40.

prima

La prima parte dell’intervento ha interessato la struttura esistente costruita in muratura tradizionale negli anni ‘40. La copertura originaria in legno è stata integralmente demolita e il solaio sottotetto è stato consolidato per adeguarlo alle portate richieste dal nuovo utilizzo. Contestualmente è stato realizzato il prolungamento del vano scale e il nuovo vano ascensore.

La fase di posa in opera del prefabbricato in X-Lam ha occupato poco più di una settimana di lavoro.

L’ufficio tecnico Nordhaus ha sviluppato il progetto esecutivo curando tutti gli elementi critici dell’edificio, in particolare:

  • La parete esterna; la cui stratigrafia è stata adeguatamente calcolata utilizzando i dati climatici del sito di costruzione al fine di consentire una corretta diffusione del vapore acqueo nei diversi periodi dell’anno.
  • Il nodo serramento (tenuta all’aria, all’acqua, condensa e riduzione ponte termico).
  • La formazione dei percorsi degli impianti tecnici sia dell’abitazione pre-esistente che delle abitazioni in costruzione.
  • Gli impianti elettrici sono stati realizzati con l’impiego di una domotica di base (controllo carichi, tapparelle e illuminazione degli ambienti), mentre gli impianti termoidraulici hanno beneficiato di un efficiente impianto a pompa di calore acqua/acqua abbinato a sistemi radianti a pavimento e ad un impianto di deumidificazione. Il funzionamento sinergico di questi tre impianti consente un’efficiente riscaldamento invernale e un confortevole raffrescamento estivo.
  • La tenuta all’aria e l’efficienza acustica dell’edificio sono state realizzate con l’impiego di materassini resilienti e speciali guarnizioni di tenuta. Tali elementi sono stati applicati su tutti i giunti delle pareti esterne, sui contorni delle finestre e portafinestre, nelle giunzioni tra pareti e tetto ed in tutti i punti oggetto di possibili infiltrazioni.
  • La finitura delle superfici esterne è stata eseguita con un cappotto termoisolante di elevato spessore e successiva finitura con intonaco silossanico. Per ridurre al minimo antiestetiche fessurazioni la linea di contatto tra abitazione esistente e sopraelevazione è stata rifinita con un marcapiano in lamiera munito di gocciolatoio.
  • Tutte le superfici interne sono state completate con la formazione di un vano tecnico con una lastra di gessofibra accoppiata ad una di cartongesso: tale soluzione, impiegata su tutte le strutture Nordhaus, consente la massima flessibilità nella composizione degli impianti tecnici mantenendo integre le pareti portanti e le loro prestazioni.

Abitazione in struttura portante in legno in sopraelevazione di fabbricato esistente

L’azienda si è inoltre occupata di realizzare:

  • La struttura dei balconi al piano secondo, utilizzando pannelli X-Lam successivamente placcati con fibrocemento per conferire alle superfici l’aspetto della muratura tradizionale.
  • La struttura del solaio tra il primo e il secondo piano è stata costruita con l’impiego di legno lamellare e tavolato in legno di abete (che rimane a vista nel sottostante piano primo).
  • Il tetto. Per quanto riguarda la copertura si è optato per una struttura a “tetto esile” nel quale le travi che sostengono la gronda sono inserite nello spessore del pacchetto isolante di copertura. Questa soluzione consente al tempo stesso alte prestazioni energetiche e linea particolarmente leggera e gradevole. La falda di copertura rivolta a sud ospita l’impianto fotovoltaico deputato al funzionamento della pompa di calore e delle utenze domestiche. Per tale ragione si è preferito realizzarlo in lamiera di alluminio a doppia aggraffatura, consentendo in questo modo una perfetta integrazione e un’ottima durabilità nel tempo. Il resto della copertura è stato completato con tegole in cemento, e lattonerie in lamiera di alluminio. È stata installata la linea vita rispondente a normativa UNI EN 795. Inoltre sono state installate canne fumarie e torrette di sfiato per le emissioni delle abitazioni di nuova costruzione e dell’abitazione sottostante. Il tetto in falda nord ospita cinque finestre di falda motorizzate provviste di sensore pioggia.

nord

Prestazioni tecniche delle unità immobiliari

Efficienza energetica Classe A+

Abbattimento acustico esterno di facciata e interno > 50 dB certificato su sezione tipo.

Tenuta all’aria: condizione essenziale per un corretta migrazione del vapore prodotto all’interno degli edifici, la tenuta all’aria è stata accuratamente progettata e poi realizzata attraverso l’impiego di membrane traspiranti opportunamente calibrate. Le prestazioni termiche sono state ottenute utilizzando materiali naturali privi di sostanze tossiche per l’uomo.

Resistenza al fuoco delle strutture R60.
Resistenza antisismica.

Abitazione in struttura portante in legno in sopraelevazione di fabbricato esistente

Impianto di riscaldamento/raffrescamento

L’impianto di riscaldamento e raffrescamento è a pavimento.

Esso comprende l’insieme delle reti, i componenti, le apparecchiature, gli accessori per la distribuzione di acqua fredda e calda, prodotta dalla pompa di calore geotermica (sita nel seminterrato), agli elementi radianti con gestione dei parametri dell’impianto per l’ottenimento dell’efficienza massima del sistema.
Ogni pavimento è dotato di un impianto indipendente di riscaldamento/raffrescamento e di deumidificazione. Gli impianti sono conformi alla normativa UNI EN 1264.

I sistemi di termoregolazione sono quindi indipendenti non solo da appartamento ad appartamento, ma anche da locale a locale.
Nella stagione invernale la temperatura superficiale del pavimento è impostata per rimanere entro i 29° C.
Per evitare la condensazione superficiale o interstiziale, l’impianto di deumidificazione (deumidificatore isotermico) consentirà di mantenere il valore dell’umidità relativa a livelli compatibili con il corretto funzionamento dell’impianto a pavimento, mantenendo la temperatura di mandata estiva ai pannelli radianti superiore al punto di rugiada.

Le tubazioni sono realizzate in polietilene triplice strato con guaina isolante e protettiva, senza giunto.

Impianto idrico-sanitario

Comprende la formazione sia degli impianti di utilizzo idrico sanitario, sia degli scarichi delle acque nere e saponose sino ai pozzi esterni.

Ogni appartamento è dotato di impianti idrico sanitari indipendenti. Le fonti di alimentazione sono due: acqua potabile dall’acquedotto per uso alimentare e acqua del pozzo per usi sanitari.
La produzione di acqua calda è centralizzata nella sala tecnica con pompa geotermica e la distribuzione è ad anello.
I bagni utilizzano il sistema di allaccio al collettore in modo da ridurre al minimo la variazione di portata in caso di utilizzo contemporaneo da parte di altra utenza.

Sono stati previsti punti di ispezione per consentire gli interventi di spurgo in caso di intasamento.

Impianto elettrico

Ogni appartamento è dotato di impianti elettrici indipendenti predisposti per impianti antifurto, cablaggi strutturati per l’uso della domotica e per la connessione internet.

Serramenti

Finestre in legno/alluminio con vetro triplo camera acustica, vetri isolanti basso emissivi e selettivi, gas argon con coperture a battente e a ribalta per finestre e porte-finestre con sensori antifurto.
Sui balconi finestre e porte-finestre sono dotate di vetri antisfondamento.
Al secondo piano, tra balcone e cucina è stata installata una vetrata scorrevole.
Le finestrature del soggiorno al primo e al secondo piano sul lato ovest sono complete di frangisole e relativi cassonetti filo parete esterna per limitare il surriscaldamento estivo per irraggiamento solare.
Le tapparelle sono in alluminio motorizzate e coibentate.

I serramenti sono studiati per ridurre le dispersioni termiche e per favorire l’apporto di calore solare durante i mesi invernali con un controllo delle radiazioni solari nel periodo estivo.
I davanzali interni sono in legno, esterni in pietra naturale.
Sono state previste due porte blindate di accesso dall’esterno in legno-alluminio con trasmittanza < 1,3 W/mqK dotate di vetro antisfondamento e chiusura con scrocco per apertura elettrica.