Il fascicolo del fabbricato: quali applicazioni?

A cura di:

Il fascicolo del fabbricato è una sorta di carta di identità degli edifici in costruzione. Lo strumento era già previsto dal D. Lgs. 494/96, ma l’allegato XVI del D. Lgs. 81/2008 o Testo Unico sulla sicurezza introduce la figura del Coordinatore della sicurezza come il soggetto che, per primo, deve predisporre il fascicolo dell’opera in fase di progettazione. Il fascicolo viene modificato in fase esecutiva, in funzione dell’evoluzione dei lavori, e dev’essere poi aggiornato dal Committente secondo le modifiche che interverranno in un’opera nel corso della sua esistenza.

Il fascicolo del fabbricato, quindi, ha lo scopo di identificare e descrivere i rischi che si presenteranno nelle successive manutenzioni; di indicare i sistemi di prevenzione dei rischi stessi durante i successivi lavori che si svolgeranno sull’opera; di raccogliere tutta la documentazione tecnica riguardante l’opera stessa (dossier dell’opera).
Ma, ad oltre un anno di distanza dalla pubblicazione delle norme, rimangono molte questioni irrisolte.
Per comprendere quali sono effettivamente le applicazioni nell’ambito della P.A. e del mercato delle costruzioni, THS Group organizza una tavola rotonda per ospitare il punto di vista e il confronto tra i diversi attori che intervengono nella costruzione e gestione dell’immobile. Nel corso dell’evento verrà presentato il Curriculum Immobiliare, la risposta di THS Group alla legislazione vigente.

L’evento è organizzato nell’ambito di TrE Tourism Real Estate Expo, primo evento espositivo italiano riservato agli operatori internazionali del Real Estate turistico di qualità, in programma all’Arsenale dal 15 al 18 aprile 2010.

TAVOLA ROTONDA
Sabato 17 aprile 2010 | TRE EXPO Venezia |Sala Silver | Arsenale di Venezia
inizio lavori ore 15.00 | termine lavori ore 16.00.