Intervista al dott. Luca Andermarcher, amministratore Delegato Nordhaus

A cura di:

Abbiamo intervistato il dott. Andermarcher della Nordhaus, azienda trentina che con passione costruisce case in legno certificate Passivhaus, con tutti i benefici propri di questa tipologia: massimo risparmio energetico, massimo comfort abitativo, isolamento termo acustico e maggior valore sul mercato. Le case in legno sono case antisismiche che durano nel tempo.

Strutture moderne nel rispetto dell’ambiente. Come si riesce a far comprendere che oggi una casa in legno è sinonimo di qualità, benessere e modernità?

“Rispetto a qualche anno fa, non molti in verità, quello della bioedilizia e delle costruzioni in legno è un settore in fase di espansione che nel giro di qualche anno è probabilmente destinato a ritagliarsi una fetta rilevante nel mercato italiano, come è già accaduto negli Stati Uniti e soprattutto nei paesi del Nord Europa che oramai da lungo tempo hanno adottato questa metodologia costruttiva.

La casa è un vero e proprio rifugio e pertanto è naturale che le persone desiderino un ambiente confortevole e salutare in cui vivere. Oltre a ciò, comincia a farsi largo l’idea che investire in un sistema casa efficiente risulti un’operazione vantaggiosa anche in termini finanziari. Una casa costruita secondo i criteri della eco compatibilità e dell’efficienza energetica, sarà in futuro più facilmente rivendibile rispetto ad un edificio tradizionale, spesso incapace di garantire un effettivo risparmio energetico ed un comfort di alto livello. Certo, qui da noi rispetto ad altri Paesi c’è ancora parecchia strada da fare, sono ancora poche le case in legno sul nostro territorio, ma lo scoglio più difficile è stato superato, è stata sradicata la percezione distorta di un tempo nei confronti del legno, soprattutto i giovani si stanno dimostrando molto sensibili ed aperti a conoscere e scegliere nuovi ed efficienti metodi costruttivi.”

Intervista al dott. Luca Andermarcher, amministratore Delegato Nordhaus

Quali sono i vantaggi di una casa Passivhaus?

“Una casa certificata Passivhaus può essere tale solo quando viene concepita, fin dall’idea progettuale iniziale, per rispettare alcuni imprescindibili capisaldi. In sostanza i principi di base del sistema Passivhaus sono 5: involucro termico ad alta efficienza, ventilazione meccanica controllata, tenuta all’aria dell’edificio, minimizzazione dei ponti termici, serramenti ad alta efficienza.

Va aggiunto che esistono dei veri e propri parametri di valutazione obbligatori per la certificazione di una casa Passivhaus: il fabbisogno termico per riscaldamento annuo ad esempio deve essere ≤ 15 kWh/mq annuo. La scelta di costruire secondo i dettami Passivhaus impone di utilizzare in modo efficiente le risorse naturali di calore e raffrescamento, in modo da rendere quasi superfluo il ricorso a sistemi attivi di riscaldamento o raffreddamento. In sostanza parliamo di un concetto di edificio energeticamente efficiente, economico e confortevole, il massimo disponibile oggi sul mercato delle costruzioni a livello internazionale.”

1

Basta il legno a fare una casa ecocompatibile?

“L’ecocompatibilità di una casa si ottiene mettendo insieme tanti elementi, il legno è uno dei più influenti sul risultato finale.

Un’abitazione per rispondere alle regole della bioedilizia deve caratterizzarsi per alcuni principi quali; l’efficienza energetica e l’utilizzo efficiente delle risorse, l’impiego di materiali locali e il loro possibile futuro riutilizzo. La nostra azienda persegue questi obiettivi con attenzione già dalla materia prima, si pensi che il legno che utilizziamo per le nostre case proviene quasi esclusivamente dai boschi del Trentino. A ciò vanno aggiunti tanti accorgimenti apparentemente secondari, ma che invece rivestono grande importanza; ad esempio la scelta dei materiali isolanti la gran parte dei quali di origine naturale, la grande attenzione alla tenuta all’aria dell’involucro termico e l’impiego di serramenti ad alta efficienza energetica.

Le case Nordhaus si riconoscono sempre per l’utilizzo di materiali costruttivi ecologici di eccellente qualità che consentono di creare ambienti interni naturali ed ecologicamente compatibili.”

3

Quali sono i modelli di case Nordhaus?

“Questa domanda mi fa molto piacere perché mi dà l’occasione per specificare che Nordhaus non lavora per modelli, ma per singoli progetti. Non abbiamo dei prototipi che componiamo di volta in volta per coprire le metrature richieste, ma creiamo veri e propri edifici unici. Credo che questa caratteristica ci contraddistingua, che sia un tratto distintivo della nostra azienda, un simbolo dell’italianità di Nordhaus. Ogni progetto viene studiato e realizzato adoperando la tipologia costruttiva più indicata, o anche più di una se il risultato è migliore: il sistema a telaio, il sistema XLam, il pannello senza colle e il sistema Blockhaus vengono di volta in volta scelti in base alle specifiche necessità; le stesse stratigrafie utilizzate vengono adattate di volta in volta al fine di ottenere la miglior stratigrafia possibile per le caratteristiche climatiche del sito di costruzione.

Nordhaus propone soluzioni a vari livelli di finitura, a seconda dell’esigenza del cliente: dalla soluzione “al grezzo” dove è presente solamente la struttura portante in legno, alla soluzione “chiavi in mano” completa al 100%.”

Qualità/prezzo. Le case Nordhaus sono accessibili a tutti?

“La filosofia di Nordhaus è proprio quella di rendere accessibile a tutti la casa ecocompatibile. Per questo motivo puntiamo a lavorare sempre con progetti ad hoc, proponendo soluzioni costruttive che assicurano i più alti standard abitativi a budget diversi. La spesa chiaramente può aumentare quando vi siano necessità particolari, disegni architettonici spinti o richieste di utilizzo di materiali 100% bio, come il nuovo pannello in legno e argilla che elimina ogni altro componente.

Tuttavia l’abilità specifica ed unica di Nordhaus è proprio quella della flessibilità: l’azienda è in grado di declinare anche il sistema Casa Passiva per la singola specificità progettuale, rispettando e valorizzando sia l’ambiente che le singole esigenze economiche e abitative. Inoltre, proprio perché una casa in legno certificata è in grado nel tempo di garantire una resa e un recupero della spesa iniziale superiore ad ogni altra tipologia costruttiva, parliamo sempre e comunque di un vero e proprio investimento per il futuro.”