Edifici alti in legno: i grattacieli di domani

A cura di:

Il legno è un materiale naturale, che negli ultimi anni ha conosciuto un nuovo e importante sviluppo. Le sue proprietà permettono di realizzare edifici sicuri, salubri ed efficienti, è ottimo per edifici residenziali e non solo: oggi lo è anche per i grattacieli.

Edifici alti in legno, i grattacieli di domani

Indice degli argomenti:

Perché costruire in legno

Per quanto il legno sia un materiale utilizzato per costruire fin dall’antichità, è negli ultimi decenni che il settore ha visto un nuovo rilancio e una crescita positiva costante. Infatti, il mercato è cresciuto nonostante le difficoltà vissute dal settore edile e sono principalmente le regioni del Nord Italia quelle che più investono nelle costruzioni in legno.

I pregi di questo materiale naturale sono molti, primi fra tutti la sostenibilità e la rinnovabilità della risorsa. Gli edifici costruiti in legno hanno ottime caratteristiche in termini di resistenza sismica, durabilità, prestazioni energetiche, di resistenza al fuoco; sono veloci da costruire e in base alla tipologia di edificio è possibile scegliere tra differenti soluzioni tecnologiche.

Nonostante sia un materiale naturale, e quindi potenzialmente attaccabile dagli agenti biologici e atmosferici, se si rispettano opportuni criteri progettuali e si tratta nel modo corretto il legno, l’edificio avrà una vita lunga. Inoltre, si è dimostrato che – soprattutto con le nuove soluzioni tecniche – il legno si presta anche per la realizzazione di edifici di grandi dimensioni e che si sviluppano in altezza. Il legno non è solo il materiale delle case di montagna, delle case tradizionali e degli edifici piccoli.

Cresce il settore delle costruzioni in legno, anche di grandi dimensioni

Costruire in altezza… in legno

La diffusione dell’utilizzo del legno per la costruzione di edifici moderni, alti e dalle forme sempre più contemporanee è dovuta anche alla curiosità e all’interesse che i progettisti hanno dimostrato nei confronti di questo materiale. Sono sempre di più gli esempi di nuovi grattacieli che privilegiano questo materiale.

Il grattacielo in legno Terrace House realizzato a Vancouver
Il grattacielo Terrace House firmato dall’architetto Shigeru Ban a Vancouver, vincitore del Premio Pritzker è l’edificio in legno più alto del mondo con ben 71 metri

I grattacieli di legno, rispetto a quelli in cemento, sono più leggeri, con fondamenta meno profonde e hanno un impatto ambientale minore. Questi aspetti portano a due ulteriori vantaggi: una maggior velocità costruttiva e un cantiere più snello.

Alcuni nuovi edifici alti in legno sono stati realizzati con il CLT, acronimo di Cross Laminated Timber, il risultato della sovrapposizione di più strati di legno massiccio, incollati tra loro secondo specifiche angolazioni delle fibre. Questa soluzione aumenta la sicurezza delle strutture in legno e migliora anche la resistenza al fuoco grazie all’elevata compressione dei pannelli e alla protezione del cuore del pannello ad opera degli strati esterni.

In altri casi, inoltre, si è ricorso a strutture miste, combinando il legno con il cemento. In termini di altezza degli edifici, il record, seppur ancora sulla carta, è del Giappone, che grazie alle nuove tecnologie ha visto la presentazione di un progetto di un grattacielo in legno (con una minor parte realizzata in acciaio) che toccherà un’altezza di 350 metri. È la Sumitomo Forestry Co. ad aver presentato il progetto e se dovesse andare tutto liscio, vedremo il suo termine nel 2040.

Grattacielo in legno in Giappone
Grattacielo in legno W350 Plan in Giappone presentato dalla Sumitomo Forestry Co.

Il legno in Italia: “Cenni di cambiamento” a Milano (4 torri da 9 piani) e il grattacielo di Jesolo

Il complesso residenziale “Cenni di cambiamento” è un progetto di social housing di Fabrizio Rossi Prodi che si sviluppa su un’area di 17.000 metri quadri in Via Cenni. Il complesso è formato da 4 torri da 9 piani l’una, con una struttura realizzata in pannelli di legno portanti a strati incrociati.

Il progetto "Cenni di Cambiamento”, Social Housing a Milano
Il progetto “Cenni di Cambiamento”, Social Housing a Milano. Render di Anders Berensson Architects

Questa soluzione garantisce ecologia, efficienza energetica, flessibilità, sicurezza e comfort. In queste costruzioni in x-lam si trovano 130 appartamenti, negozi e servizi. Dopo l’inaugurazione nel 2013, sono gli edifici in legno più alti in Italia.

Non ancora realizzato, il Cross Lam Tower sorgerà a Jesolo e l’inaugurazione è prevista per il 2019. L’edificio sarà realizzato principalmente in legno, sarà alto 12 piani e raggiungerà elevate prestazioni in termini di efficienza energetica.

Alcuni esempi di edifici alti in legno dal mondo

Negli ultimi anni è cresciuto il numero degli edifici in legno che raggiungono altezze superiori ai 5/6 piani, con diverse destinazioni d’uso. L’edificio residenziale a Bergen, in Norvegia, è stato nel 2014 l’edificio in legno più alto del mondo. Si tratta di un edificio con appartamenti di lusso alto 14 piani e realizzato in legno lamellare.

Prima della Norvegia, il primato era dell’Australia, con il complesso residenziale di appartamenti FORTE a Melbourne, che ha raggiunto a fine 2016 i 12 piani. La struttura è in X-lam e sono stati usati 760 pannelli per costruire questo edificio alto 32 metri.

In Svezia sorgerà Trätoppen, un grattacielo in legno a Stoccolma alto 132 metri, per un totale di 40 piani. La struttura sarà realizzata con dei pannelli in legno lamellare di legno di pino e abete.

Trätoppen, grattacielo in legno a Stoccolma
Trätoppen, grattacielo in legno a Stoccolma

Oggi, l’edificio in legno più alto è la residenza per studenti a Vancouver, presso la University of British Columbia. Si tratta di una struttura alta 53 metri, per un totale di 18 piani, terminata in poco più di due mesi nell’estate del 2017, grazie a una struttura in pannelli prefabbricati.