The Palm – l’ottava meraviglia del mondo

A cura di:

Definita da molti una delle più spettacolari opere al mondo, The Palm rappresenta il fulcro storico-critico della nascita del mito della città di Dubai.

palm

Il progetto, unico nel suo genere, ha coinvolto molti gruppi internazionali: tra questi Paghera è stato selezionato come progettista del paesaggio dell’isola, della zona residenziale, dell’area pubblica, dell’albergo e del centro commerciale.
Sono stati eseguiti numerosi studi di fattibilità e una accurata selezione di tecniche costruttive e delle migliori essenze arboree, curando sia il livello estetico, sia riducendo i costi di manutenzione.

La struttura rappresenta un tronco d’albero di palma con una corona di 17 rami, il tutto racchiuso da una mezzaluna: una immensa diga lunga 11 km.

L’isola si estende per 5 km in lunghezza e si espande in 5 km lungo l’asse trasversale.

La prima fase del progetto ha previsto la realizzazione di 4.000 ville e appartamenti: 1.400 ville sono situate sull’isola lungo gli 11 rami e circa 2.500 appartamenti sono distribuiti su 20 edifici lungo il lato orientale del tronco.

dubai
7 milioni di metri cubi di roccia e 94 milioni di metri cubi di sabbia per costruire The Palm

Le strade di circa 7,5 metri di larghezza, sono pavimentate con autobloccanti di colore sabbia perchè si inseriscano meglio nella scenografia verde e conferiscano all’insieme un’aria elegante e curata.
Si tratta di un materiale che, per qualità, durata e immagine, è di gran lunga superiore all’asfalto: peraltro non è troppo chiaro così da evitare il riverbero.

strade-dubai
Sull’isola ci sono 500 appartamenti, 2.000 ville, 25 hotel e 200 negozi di lusso

Per aumentare ulteriormente l’impatto scenico della struttura, tra il marciapiede e le palazzine edificate, saranno create delle aiuole con quote rialzate rispetto al prato e al marciapiede: saranno grandi aiuole degradanti ad effetto “cuscino”, fatto di volumi proporzionati alle costruzioni, e fioriture che ruoteranno in piena armonia con lo stile e l’architettura circostante.

I vari ingressi alla spiaggia sono stati ideati come zone belvedere, con percorsi simmetrici che dal singolo edificio accompagnano sino alle scalinate, importanti e in stile classico, dalle quali è possibile affacciarsi per godere del panorama mozzafiato.
Grande eleganza è data dalla cadenza ritmica e speculare delle alte palme, che costituiscono l’ossatura principale di questo panorama.
Nel mezzo troneggia una grande piscina circolare che anima l’insieme con i suoi giochi d’acqua.

paghera-dubai
L’isola è collegata alla terraferma da un ponte di 300 metri e da un tunnel sottomarino

La piscina è molto vasta ma di forma sinuosa per interpretare al meglio la naturalità del paesaggio, pur mantenendo la lunghezza dello standard olimpionico, ideale per chi è veramente appassionato di nuoto.

L’acqua pulitissima sarà garantita da un impianto di riciclo veloce, tarato su un ricambio ogni 4 ore, così da evitare che lo sporco vada sul fondo mantenendo 24 ore su 24 l’acqua limpida.

hotel-dubai
Hotel Atlantis, il maestoso 5 stelle di Dubai costruito su The Palm

a cura di Cristina Finco