Nuovo ski-lodge The Kinii: massima resa estetica nel rispetto dell’ambiente

A cura di:

Reinterpretare il concetto di baita di montagna in chiave contemporanea ed eco-compatibile. Il nuovo Ski-Lodge “The Kinii” a Powder Mountain, progettato dallo studio di progettazione Obicua, è un’opera dalla massima resa estetica, rispettosa dell’ambiente.

a cura di Silvia Giacometti

Nuovo ski-lodge The Kinii: massima resa estetica nel rispetto dell’ambiente

Indice degli argomenti:

Reinterpretare il concetto di baita di montagna in chiave contemporanea ed eco-compatibile: questo è stato l’obiettivo che si sono posti Obicua nella realizzazione del nuovo Ski-Lodge “The Kinii” a Powder Mountain, nella regione dello Utah, in America.

La particolarità dell’intera opera parte dal nome: “The Kinii” ovvero “il nido del falcone” se tradotto dall’antica lingua autoctona. Situato a quasi 3.000 metri di quota sopra il livello del mare, è un’opera che è stata progettata fin dai più piccoli particolari e dalla quale è possibile scorgere – grazie a una vista panoramica a 360°- ben 3 stati americani.

Piscina con vista allo Ski-Lodge “The Kinii” a Powder Mountain

La possibilità di godersi completamente le bellezze naturalistiche del posto ha richiesto agli architetti di Obicua di concepire e realizzare un’apertura verso il paesaggio attentamente oculata, permettendo di ammirare le bellezze naturali della regione ma anche di non alterare l’ambiente circostante.

Tutto ciò, applicando uno dei più alti protocolli LEED per edifici sostenibili, il quale prevede la minimizzazione dell’impatto sul lotto e sull’ecosistema locale.

Il concept

Tenendo conto del contesto storico-artistico, Obicua ha operato seguendo meticolosamente logiche non invasive: la volumetria, infatti, risulta compatta per non disperdere calore, mentre l’impronta a terra è stata ridotta al massimo per degradare il terreno con il cantiere.

ski-lodge The Kinii2

Oltre a questo, gli architetti hanno deciso di realizzare un tetto verde per accrescere la coibentazione degli stessi, mentre la sagoma dell’edificio è stata appositamente pensata per seguire il profilo del terreno, creando terrazze panoramiche protette dai venti gelidi e dall’eccessivo irraggiamento dei raggi UV.

Il progetto

Ogni singolo particolare che compone la struttura è frutto di un attento studio per massimizzare la resa estetica nel rispetto dell’ambiente. Entrando nei meandri dell’abitazione, essa è divisa in due blocchi principali: uno destinato agli ospiti e ai ragazzi mentre l’altro ad uso esclusivo dei proprietari.

Gli interni del nuovo ski-lodge The Kinii

In questo caso, gli architetti di Obicua hanno concepito la struttura con l’obiettivo di differenziare le aree che compongono la casa, collegando però tutto l’edificio: le due sezioni che frazionano l’immobile sono connesse da uno spazio di soggiorno triplo che si colloca di traverso sulla facciata sud, unendo  verticalmente i soggiorni con la zona notte situata al piano superiore per mezzo di un vano a doppia altezza in cui trova alloggio la scala a vista.

I materiali impiegati per la fabbricazione del complesso, minuziosamente selezionati sempre nel rispetto delle logiche ambientali, sono: per gli interni il legno di cedro rosso americano, mentre per i rivestimenti esterni metallo brunito.

Nuovo ski-lodge The Kinii: rivestimenti esterni in metallo brunito

Pur operando spesso all’estero, Obicua tenta – in ogni circostanza – di unire il meglio della tradizione italiana con il design d’eccellenza, ed è proprio per questo che tutti gli arredi dell’abitazione sono stati disegnati su misura e prodotti nel Bel Paese, così come gran parte dei materiali per le finiture interne.

La commistione di stili e di approcci applicati non ha soltanto permesso alla struttura di simboleggiare un unicum stilistico, ma anche di rappresentare un prodotto “made in Italy” in grado di portare in alto lo stile nostrano negli Stati Uniti.

Nuovo ski-lodge The Kinii: massima resa estetica nel rispetto dell’ambiente