La casa di mezza montagna

A cura di:

Il restyling di un edificio rurale tra le colline piemontesi di Borgiallo

Casa di mezza montagna progetto
Casa di mezza montagna

Situata tra le verdi colline di Borgiallo, a ridosso di un bosco di castagni, spicca la “Casa di mezza montagna”, il progetto di nuova costruzione realizzato da deamicisarchitetti. L’intervento dello studio milanese si è concentrato su un singolo tassello centrale di una particolare tipologia edilizia a cortina adagiata lungo la linea di massima pendenza del terreno.

Pur rispettando i vincoli paesaggistici imposti, finalizzati a mantenere l’equilibrio con l’ambiente naturale circostante, il progetto propone decisamente un nuovo tipo di scenario all’interno del complesso distinguendosi per due lati tanto diversi quanto equilibrati e continui tra loro. Il lato nord, sul retro, si presenta chiuso e ricoperto in pietra di Luserna a protezione dall’esposizione dei venti.

Dettaglio degli interni della casa di mezza montagna
Dettaglio degli interni della casa

 

Dalla parte opposta, sul fronte sud una facciata in legno di larice fa da contrasto alla fredda pietra del lato nord, spiccando tra i pilastri di calce bianca tipici di questa tipologia di case a schiera.

Questo particolare lato in legno è stato progettato in modo da richiamare le tipiche costruzioni dei paesaggi della valle svizzera dell’Engadina, sottolineando ancora una volta la capacità dello studio deamicisarchitetti di contaminare idee e lessici provenienti da luoghi e contesti diversi.

Nella parte più alta della facciata si trova la camera da letto che domina, grazie alla sua posizione, uno spettacolare panorama della pianura sottostante, mentre all’interno spazi a tripla altezza, illuminati da grandi finestre allungate fino al tetto, consentono di ampliare la spazialità di un volume relativamente piccolo.

 

Vetrata della casa
Vetrata della casa

Un foro fa da ponte tra i due fronti della casa mettendo in comunicazione il grande prato con il bosco e ospita al suo interno una scalinata coperta, ma aperta allo stesso tempo, che funge da punto di raccordo fra gli spazi e da snodo per il sistema degli ingressi.

L’utilizzo non convenzionale di materiali tipici del luogo, come la pietra di Luserna per la facciata sul lato nord e il cotto e il legno di larice per il lato sud, rende la Casa di Mezza Montagna un elemento riconoscibile in un contesto paesaggistico molto uniforme: una nuova sintesi di elementi mutuati da lessici diversi.