Sistema di connessione per solai misti acciaio-calcestruzzo

A cura di:

Per sfruttare al meglio le caratteristiche dei due materiali si pensò di unire questi due elementi, al fine di realizzare una unica sezione resistente.
Per carichi modesti questa collaborazione era già allora garantita dall’attrito generato tra le due superfici e dalla presenza di ribattini di serraggio posti sulle piattebande superiori delle travi, allora realizzate solo con questo metodo.
Nel corso degli anni ’30 si realizzarono sistemi di connessione vera e propria a mezzo di tondini in acciaio saldati sull’estradosso delle travi (connettori con testa saldati). Questi dispositivi hanno il compito di impedire gli spostamenti relativi tra la trave e la soletta sovrastante costituenti la sezione mista; andranno disposti lungo tutta la trave al fine di assorbire gli sforzi di taglio che si generano nelle zone di contatto tra i due materiali per cui l’infittimento dei connettori sarà più marcato nelle zone di appoggio, dove il taglio è massimo.
Grazie a questo tecnica costruttiva gli sforzi di trazione sono essenzialmente assorbiti dalla struttura in acciaio,
quelli di compressione dalla soprastante soletta di calcestruzzo, con il vantaggio di ottenere una risposta statica unitaria dell’impalcato. Il ricorso a strutture miste implica vantaggi di vario carattere.
Il calcestruzzo protegge l’acciaio dalla corrosione e aumenta la resistenza al fuoco ed inoltre riduce i problemi di instabilità locale e globale.
L’aumento di inerzia consente di ottenere sia diminuzioni di sollecitazione nei materiali che diminuzioni nelle deformazioni, rispetto a sistemi non connessi.

SOLAI MISTI ACCIAIO-CALCESTRUZZO: VANTAGGI STATICI ED ECONOMICI
La realizzazione di strutture miste acciaio – calcestruzzo offre notevoli vantaggi di carattere statico ed economico. La struttura portante in acciaio ed il soprastante getto in calcestruzzo, opportunamente collegati a mezzo di connettori, garantiscono una risposta statica unitaria ai due materiali diversi che esprimono in tal modo al meglio le proprie caratteristiche individuali. I vantaggi più evidenti si traducono in una riduzione del peso delle strutture in acciaio, una minore altezza totale degli impalcati, una maggiore rigidezza flessionale ed una migliore resistenza al fuoco. Il piolo connettore con testa, fissato alla trave a mezzo di saldatura, è la soluzione normalmente adottata per la connessione a taglio nelle strutture miste acciaio – calcestruzzo.

UN NUOVO SISTEMA DI CONNESSIONE
Nell’intento di superare le difficoltà applicative derivanti dai pioli saldati, TECNARIA ha ideato un nuovo sistema che prevede l’infissione a freddo dei connettori a mezzo di chiodi speciali. Il connettore è costituito da un piolo, con testa, inserito in una piastra di base opportunamente sagomata ed irrigidita. Due chiodi di fissaggio in materiale ad altissima resistenza realizzano, attraverso la piastra, il collegamento rigido del connettore con la trave in acciaio. I chiodi sono infissi mediante una chiodatrice a sparo o pneumatica.

Caratteristiche principali del connettore
• Diametro del gambo 12 mm
• Altezza dei connettori variabili da 40 a 135 mm
• Dimensione minore della piastra di base: 38 mm
• Staticamente il connettore a piolo con testa TECNARIA ha le stesse caratteristiche e la medesima duttilità dei pioli connettori saldati del tipo con gambo e testa
• Ridotte dimensioni d’ingombro (facilmente posizionabile sulla maggior parte delle lamiere grecate)
• Valori di deformazione ridotti per carichi contenuti ed elevati per carichi di notevole intensità (comportamento duttile)
• La testa impedisce il distacco della soletta per sollecitazioni dinamiche o elevate deformazioni
• Ottimo comportamento sotto carichi ciclici

I connettori TECNARIA presentano, pertanto, una serie di vantaggi:
• Il fissaggio non è influenzato dal trattamento superficiale delle parti collegate (verniciatura o zincatura) e neppure dalla presenza della lamiera grecata che si trova tra la piastra di base e la trave che formerà, invece, un tutt’uno strutturale
• Le condizioni climatiche non interferiscono sulla riuscita del collegamento (umidità e basse temperature)
• Per la posa in opera non è richiesta manodopera specializzata ma un diligente utilizzo delle attrezzature
• Il lavoro può essere eseguito in cantiere senza disporre d’impianti costosi ed ingombranti
• Il controllo del fissaggio è effettuato a vista
Non vengono sprigionati fumi tossici.

Per ulteriori informazioni
www.tecnaria.com




Articolo realizzato in collaborazione con ...