Go sound, presenza invisibile dietro il suono

Go Sound progetta, sviluppa, produce e distribuisce tecnologie audio invisibili in grado di trasformare i materiali in altoparlanti, diffondendo il suono negli ambienti senza alterare l’armonia ed  eliminando ingombranti casse acustiche. L’innovativa tecnologia Go Sound è costituita da attuatori che, collegati a una sorgente audio come TV, lettori CD/MP3 e microfoni sono in grado di trasmettere suono e musica attraverso comuni materiali come legno, vetro, cartongesso, garantendo una migliore diffusione e omogeneità del suono e una completa invisibilità.
La tecnologia Go Sound può essere facilmente installata in controsoffitti, murature, mobili, elementi di arredo, sostituendosi completamente ai tradizionali altoparlanti, senza casse e cavi a vista. Il sistema è estremamente facile da montare e riduce i consumi energetici fino al 70%. I tempi di installazione sono molto rapidi, è infatti sufficiente incollare gli attuatori direttamente sulla superficie da sonorizzare senza doverla forare.

I prodotti sono stati sviluppati in collaborazione tecnica con il Politecnico di Milano dopo approfonditi studi per ottimizzare la qualità del suono, trasformando materiali normalmente utilizzati nell’ambito delle costruzioni, come cartongesso, legno, vetro, materiale composito e metallo, in veri e propri altoparlanti.
Controsoffitti, finte pareti e complementi d’arredo sono gli elementi più idonei per diventare elementi generanti di “emozioni sonore”.
Il cartongesso in particolare, normalmente impiegato per controsoffitti e pareti si è rivelato materiale ideale per esaltare le caratteristiche e potenzialità di questi prodotti e per la realizzazione di installazioni surround 5.1
Versatili, piccoli, discreti e potenti, questi attuatori utilizzano leghe  ad alta densità di energia. Sono il risultato di una tecnologia che garantisce lunga durata di funzionamento. Nessun componente è in movimento e ciò permette il conseguente ridotto rischio di rottura o deterioramento. Inoltre è possibile utilizzarli per qualsiasi tipologia di superficie e spazio, da singole pareti o soffitti fino a interi ambienti “open space”.

Tecnologia utilizzata: Terfenol – D  e Neodimio
La storia della tecnologia  ha inizio negli anni ’60, negli USA, quando una società hi-tech americana ha creato un nuovo materiale magnetostrittivo (Terfenol) inizialmente utilizzato per i Sonar nei sottomarini americani e successivamente sviluppato per applicazioni audio. Questa speciale lega metallica quando è in presenza di un campo magnetico modifica la propria forma espandendosi o contraendosi con elevatissima frequenza. Il Neodimio, presente in natura, rientra tra i materiali  magnetodinamici, non cambia forma ma trasmette forze molto elevate in presenza di campo magnetico; entrambi i materiali sono in grado di trasformare ampie superfici in diffusori musicali, il primo per le frequenze medio basse, il secondo per le frequenze medio alte, eliminando così le tradizionali casse acustiche e garantendo la  possibilità di realizzare sistemi audio 5.1 senza inserire altri dispositivi.

Trattandosi di un dispositivo il cui suono viene generato con amplificatori di potenza, è possibile massimizzarne le prestazioni per mezzo di un equalizzatore, in funzione della tipologia di materiale solido che viene usato come altoparlante (legno, plexiglas, vetro, metallo, etc).

Quando questo oggetto, grande come un mouse, viene appoggiato sulla superficie di un tavolo in legno o incollato ad una vetrina di cristallo trasmette forze che fanno vibrare questa superficie e grazie alla conversione ed alla amplificazione di un segnale audio, trasformano l’intera superficie sollecitata in un grande altoparlante, dal quale il suono esce in modo uniforme.
Resiste all’acqua e diffonde il suono anche sott’acqua sia dolce che marina se correttamente isolato, perché questa tecnologia è stata realizzata per sopportare le più gravose condizioni atmosferiche: pioggia, neve, vento, umidità ed anche pieno sole africano.
Semplicissimo da installare, anche in verticale con uno specifico bi-adesivo per fissarlo ad una vetrina o sotto un tavolo / ripiano, trasmette il suono contemporaneamente dai due lati.

Applicazioni
Questa piattaforma audio professionale permette di realizzare infinite soluzioni a vantaggio di progettisti ed architetti che vogliono diffondere il suono nell’ambiente senza alterarne l’armonia, utilizzando come altoparlante qualsiasi superficie piana (anche verticale) e rendendo il suono omogeneo con effetti impensabili trasformando una vetrata in un efficace strumento di comunicazione, capace di incuriosire ed attirare il passante all’interno del punto vendita, eliminando ingombranti e spesso antiestetici altoparlanti; tendenzialmente le vetrate non devono superare i 200 Kg . di peso.
La qualità del suono emesso da questo rivoluzionario sistema dipende dalla dimensione e dalla massa del pannello (o dalla vetrina) a cui si attacca, ma la possibilità di impiegare questo sistema in condizioni estremamente diverse ne consente l’adozione in molti settori: stadi, ristoranti, gallerie d’arte, vetrine dei negozi, teatri, fiere, ma anche carrozze ferroviarie.
In luoghi affollati o dove il rumore potrebbe risultare oltremodo fastidioso, è possibile utilizzarli per insonorizzare in modo ottimale gli ambienti, nella zona immediatamente adiacente alla sorgente vibrante (ad esempio, un tavolo riunione per importanti incontri…) si possono generare “contro-suoni” capaci di annullare/mascherare i rumori di fondo provenienti dall’ambiente, ad esempio quelli del sistema di condizionamento o incrementare la privacy proteggendo da orecchie indiscrete il contenuto di conversazioni riservate.

Go Sound ha realizzato installazioni audio invisibili sia sul mercato italiano che internazionale consolidandone l’affidabilità attraverso la dimostrazione della capacità di saper affrontare qualsiasi problematica e sviluppare soluzioni personalizzate.
Tra le installazioni più recenti figurano i ristoranti Mc Donalds che hanno inserito la tecnologia Go Sound a capitolato, nonché Carpisa e Yamamay per i propri negozi. Le prime versioni di prodotto hanno trovato applicazione presso  la Triennale di Milano, l’Accademia Nazionale Santa Cecilia presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma progettato da Renzo Piano, La Rinascente, gli show room D&G, Benetton, Ermenegildo Zegna,  Corneliani, e alcune delle hall dei più prestigiosi alberghi italiani fra cui l’Hotel Baglioni di Bologna e Marina di Genova Aeroporto.

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Driver Go Sound

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 1

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 2

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
In questa e nelle prossime immagini alcune possibili applicazioni Go Sound

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 3

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 4

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 5

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 6

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 7

Go sound, presenza invisibile dietro il suono
Go sound, presenza invisibile dietro il suono 8




Articolo realizzato in collaborazione con ...