Con Freebox™ le scatole sono hi-tech e fai-da-te

Accessori, mobili componibili, forniture per l’ufficio, libri, ombrelli, capi d’abbigliamento, scarpe: non è più un problema avere a disposizione la scatola giusta a misura del prodotto per il mondo dell’e-commerce, senza dover ricorrere a imballaggi riempitivi a protezione dell’articolo ordinato. Freebox™ (www.system-freebox.com) è il nuovo ingegnoso sistema presentato dalla System SpA di Fiorano Modenese nel 2012, lanciato ufficialmente a Ipack-Ima, è utilizzabile in tutti i settori merceologici laddove sia necessario un packaging secondario del prodotto. Il sistema ideato dalla multinazionale italiana trasferisce l’attività cartotecnica all’interno dell’azienda utilizzatrice e nei suoi 28 mq controlla l’intero processo di costruzione dell’imballo gestendolo in automatico, velocemente, tagliando i costi fino al 70% e diminuendo l’utilizzo di materia prima fino al 60% rispetto alla preparazione della scatola americana preassemblata. La velocità di cambio formato – utile alle aziende con ampia gamma prodotti – elimina tempi morti e aumenta il ritmo del confezionamento dei prodotti. In pratica, una grande “fotocopiatrice” che partendo dal foglio di cartone piano è in grado di costruire migliaia di modelli di scatole in tempo reale, a ritmi che possono raggiungere anche 9 scatole al minuto con una geometria calcolata che ottimizza gli spazi in fase distributiva. Restituisce un pack che calza perfettamente il prodotto – perché costruito attorno ad esso – già pronto per la spedizione, completo di stampa in linea di informazioni e loghi (in mono/multicromia). Sono soppressi numerosi passaggi tradizionalmente necessari, ma costosi per l’azienda e l’ambiente. Niente più scatole americane pre-assemblate a rischio obsolescenza e attrezzature a esse associate (cliché, tagliatrici, troncatrici, stampanti), sparisce il passaggio produttivo dello scatolificio, dello stampatore, del flessografo e i contestuali trasporti intermedi su gomma. Inoltre, l’intervento dell’operatore si limita al refilling del magazzino interno con nuovi fogli di cartone. Nell’insieme, si tratta di voci che concorrono strettamente al calcolo del return of investment (ROI).

«Freebox™ opera just in time producendo il numero di imballi necessario quando serve, senza dover occupare spazio prezioso a magazzino. Questa è un’altra importante caratteristica che incide sul ROI» spiega Umberto Richichi sales manager di System SpA. «Per l’abilità con cui passa da un formato all’altro senza scarto di materia prima e con time-to-market in tempo reale – prosegue Richichi – è il valido braccio destro per le aziende di e-commerce a cui Freebox™ regala autonomia e una totale flessibilità. In pochi secondi si ottengono scatole della dimensione desiderata, passando da un formato all’altro in tempo reale, senza errori. Il fatto di non dovere più riempire le scatole con materiale di ritaglio a protezione del prodotto è un vantaggio sia per l’ambiente – dato che è tutto materiale di immediato scarto – sia per l’azienda che spedisce un pacco più ordinato con guadagno in immagine».

FUNZIONAMENTO
La macchina utilizza un unico codice di materiale: il foglio di cartone piano di 1.200X1.200 mm, in colore avana oppure bianco, fornito dai produttori di cartone ondulato. Il cartone è depositato nei due magazzini interni alla macchina e viene trasformato in una sorta di modulo continuo da cui si ricavano tutte le parti della scatola tramite formatrici interne alla macchina. L’azienda che installa Freebox™ è autonoma, efficiente, ma anche di dimensioni modeste. Non ha bisogno dell’ingombrante magazzino-scatole e può destinare gli spazi a usi più produttivi tenendo presente che l’abilità di Freebox™ permette di stoccare il 50% di scatole in più a magazzino.

La macchina pone al centro dell’attenzione il prodotto e calcola la struttura del pack da creare attorno ad esso. L’inserimento dati può avvenire in tre modi:

  • manualmente, attraverso l’interfaccia touchscreen Copilot (System Electronics)
  • da sistemi automatici di riconoscimento dimensionale visivo del prodotto
  • dal database gestionale aziendale

Freebox™ produce l’imballo personalizzato nel giro di pochi secondi e già pronto per essere riempito con l’articolo ordinato online e la sua spedizione.

La struttura della scatola presenta quattro angolari di rinforzo, ispessiti dove e quando è necessario ma “sgrammati” nelle parti non strutturali. All’effetto adesivo della colla si somma la caratteristica meccanica: appositi microfori fanno penetrare la colla nel cartone. Inoltre l’etichettatura può essere evitata stampando il contenitore direttamente in linea.

I test condotti al TÜV (Box Compression Test) sui carichi statici, dinamici, scoppio e rotolamento hanno dimostrato una superiorità strutturale della scatola-Freebox del 30% rispetto al tradizionale formato americano precostruito in scatolificio. L’azienda utilizzatrice di Freebox™ può permettersi di utilizzare un cartone di costo inferiore, con immediato risparmio di materia prima.

IMPATTO AMBIENTALE
Gli ingeneri System che hanno ideato Freebox™ hanno coordinato gli sforzi per creare un macchinario che potesse presentare un alto valore di eco-compatibilità. Un obiettivo raggiunto: il risparmio di cartone destinato ad ogni scatola può raggiungere il 60%. La percentuale di saving è poi incrementata dalla “rivoluzione logistica” che innesca. I trasporti su gomma per le consegne sono ottimizzati grazie a scatole “salva spazio” ideate con geometrie che portano la pallettizzazione al massimo rendimento. Oltre a eliminare passaggi della catena produttiva, Freebox™ fa risparmiare il trasporto su gomma ad essi collegato.

Infine, un sistema in grado di adattare il volume della scatola al contenuto è un importante passo avanti a favore dell’ambiente. I prodotti imballati in robuste scatole Freebox™ non devono essere protetti con materiali di ritaglio che nel momento in cui arrivano a destinazione sono già uno scarto.

Con Freebox™ le scatole sono hi-tech e fai-da-te
Con Freebox™ le scatole sono hi-tech e fai-da-te 1