Rotterdam, non solo stadio

A cura di:

Il vecchio stadio del Feyenoord verrà presto sostituito da un nuovo impianto sportivo che potrà contenere 63mila tifosi. Sarà l’occasione per rivitalizzare l’intero quartiere di Zuid con nuove residenze, spazi commerciali, un parco urbano, un nuovo ponte per pedoni e ciclisti e una passerella sopraelevata che collegherà i due impianti. Il progetto è di OMA, con David Gianotten come leader project

a cura di Pietro Mezzi

Render della proposta di riqualificazione del quartiere Zuid a Rotterdam (courtesy OMA)

In Olanda, quando si tratta di progettare una nuova opera, pubblica o privata che sia, pare facciano veramente sul serio. Nel senso che l’approccio progettuale che il più delle volte viene messo in campo cerca di rapportarsi al contesto entro cui si opera e tende a risolvere più problemi. È il caso del nuovo impianto della squadra di calcio locale, il Feyenoord di Rotterdam.

Render del nuovo stadio del Feyenoord (courtesy OMA)
Render del nuovo stadio del Feyenoord

Gli olandesi fanno sul serio nel senso che, nel caso specifico, non si sono limitati a realizzare una nuova struttura sportiva, ma hanno colto la palla al balzo per mettere mano a un brano importante della città che aveva bisogno di attenzioni e cure.

Il vecchio stadio De Kuip, costruito 80 anni fa, al di là della sua atmosfera particolare che collocava il pubblico a ridosso del campo di gioco, non riusciva più a soddisfare le esigenze e le ambizioni, anche economiche, della società sportiva olandese. Si sa che il calcio odierno è sempre più orientato al business e gli impianti sportivi devono assolvere a più esigenze per consentire alle società calcistiche di affrontare adeguatamente il confronto con i club europei più blasonati.

Negli ultimi dieci anni, il club olandese ha presentato diversi piani di ricostruzione del nuovo stadio, ma tutti i tentativi non hanno incontrato l’approvazione della municipalità locale. Solo nel 2016, la società e uno degli studi di progettazione più importanti al mondo, Oma di Rem Koolhass, hanno sviluppato una proposta che sposava un approccio completamente differente dai precedenti: vale a dire, realizzare uno stadio e, nello stesso tempo, proporre soluzioni per lo sviluppo del quartiere Zuid, una zona della città, la stessa che ospita l’attuale stadio De Kuip, che aveva bisogno di rinnovarsi e di un nuovo slancio.

D’accordo con il Comune e il club, Oma, sotto la guida dell’architetto David Gianotten, ha proposto un masterplan che ha previsto uno stadio di 63mila posti (una volta ultimato sarà lo stadio più capiente dei Paesi Bassi) con funzioni di catalizzatore dello sviluppo urbano dell’intera città.

Render dell'interno del nuovo stadio Feyenoord di Rotterdam

Sono stati così valutati tre differenti siti e, alla fine, è stata individuata la collocazione del nuovo stadio a nord-ovest del quartiere De Veranda, con affaccio sul mare.

Il masterplan si compone di cinque elementi principali: il nuovo impianto sportivo; il rinnovo dello stadio esistente; lo sviluppo di un ponte urbano; la creazione di un collegamento pedonale sopraelevato; la realizzazione di un nuovo parco.

Planimetria del nuovo quartiere intorno allo stadio Feyenoord a Rotterdam
Planimetria del nuovo quartiere

Il De Kuip, una volta realizzato quello nuovo, ospiterà nuove residenze, spazi commerciali, un centro sportivo di atletica e verrà realizzata una piazza pubblica. L’area che circonda l’attuale impianto verrà invece trasformata in parco e offrirà, oltre a residenze, spazi verdi per attività sportive e di svago. Una passerella pedonale tridimensionale collegherà lo stadio esistente con quello nuovo e includerà spazi pubblici, commerciali e parcheggi. Infine, verrà realizzato un nuovo ponte,  The Urban Bridge, una passeggiata destinata alla mobilità lenta.

La realizzazione delle nuove infrastrutture e dello stadio, collocato in un nodo trasportistico importante, sarà accompagnata da un programma di intervento comunale di tipo sociale e sportivo.

Un ruolo attivo in campo sociale, a vantaggio dei residenti nel quartiere Zuid, lo svolgerà anche il club olandese, con una serie di interventi di promozione delle attività sportive nel quartiere e in quelli limitrofi.

Sezione trasversale tipo del nuovo stadio Feyenoord a Rotterdam
Sezione trasversale tipo del nuovo stadio

Nel complesso, il programma prevede di realizzare 255mila metri quadrati di nuove abitazioni, 64mila metri quadrati di spazi commerciali tra cui un cinema, ristoranti, alberghi, oltre a 83mila metri quadrati di impianti per lo sport.

L’apertura del nuovo stadio è prevista nel 2023.

Img by OMA