Cesar Pelli Tower

A cura di:

Il progetto si colloca nell’ambito della riqualificazione dell’area Garibaldi-Repubblica e sorgerà su più livelli, per una superficie complessiva di 110.000 metri quadrati.
La futura cittadella del capoluogo lombardo vanterà architetture dalle maestose dimensioni per le quali la scelta di forme e materiali all’avanguardia diviene testimonianza di fedeltà alla sostenibilità ambientale quale fondamentale principio ispiratore.

Torre Unicredit 2

Concepito da Pelli come quartiere interamente pedonale, il progetto nasce attorno ad un “podio”, una piazza di 100 metri di diametro rialzata di sei metri rispetto al livello della strada.
L’idea di un’isola pedonale dalle straordinarie dimensioni è nata dall’esigenza di creare un piano di continuità tra il parco e la cittadella della moda: un’area pedonale circondata da negozi ed uffici, ed una strada che passa sotto la piattaforma.
Sotto il podio saranno realizzati in project financing anche dei parcheggi per una superficie di oltre 40mila metri quadrati.

Torre Unicredit 3 Attorno al “Podio” sorgeranno palazzi ecosostenibili in vetro e ferro tra i quali il più alto raggiungerà i 145 metri (oltre 200 metri l’altezza considerando anche l’antenna), con residenze e uffici, nonché spazi dedicati alla moda, alla creatività, alla comunicazione e alla produzione.
Un grande albergo con 300 camere chiuderà la piazza sulla quale si affacceranno ristoranti, caffetterie, negozi, luoghi per la cultura e la musica.
Anche per la realizzazione della struttura alberghiera la bioarchitettura sarà il principio ispiratore: saranno applicati gli studi più recenti nel campo del risparmio energetico, dell’innovazione dei materiali e della sostenibilità ambientale.
Le energie naturali saranno sfruttate al massimo sia per il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti sia per la loro illuminazione.

Torre Unicredit 4

Il grattacielo è stato disegnato e progettato all’intero di un masterplan di ben 110mila metri quadrati.
Fondatore ed elemento ricorrente in tutta la progettazione di questo vasto complesso architettonico è stato decisamente l’attenzione verso il sostenibile e l’attenzione relativa all’ambiente in cui viviamo ogni giorno.
Questo edificio sarà il più alto d’Italia, visibile da più di sei chilometri di distanza (la guglia, non essendo un’antenna ma un elemento architettonico compreso nel progetto, va calcolata con l’altezza complessiva).Torre UnicreditCostruito a spirale verso l’alto, la torre culmina in una cuspide scultorea in acciaio inox.
Come le due torri più piccole, l’edificio è rivestito in vetro riflettente. Al livello della strada, le torri sono rivestite in pietra.
Realizzato dalla società immobiliare Hines Italia, all’interno avrà sede la banca UniCredit.
Il consumo energetico sarà ridotto del 37%, attraverso vetri ad alte prestazioni, sistemi costruttivi avanzati, illuminazione ad alta efficienza e controllo della luce.

Dettagli:

Uso: Commerciale
Piani: 35
Altezza Tetto: 139 m
Altezza Totale: 219,4m