Amitti per La Forgiatura

A cura di:

L’area ha una superficie fondiaria complessiva di circa 16.000 mq e comprende diversi edifici di carattere industriale, il comparto principale con accesso da Via Varesina era sede di una storica forgiatura.

EDIFICIO 1 VIA RAIMONDI
L’edificio di nuova realizzazione si articola su 8 piani fuori terra e da un piano interrato per un’altezza di 20,05 mt.
L’edificio si propone di soddisfare le nuove esigenze produttive che di riqualificare l’intera area, assume grande importanza il rapporto che l’edificio instaura con l’ambiente circostante in funzione anche della realizzazione di una “collina artificiale” destinata al verde.
L’edificio è realizzato in acciaio con solai gettati in opera, le strutture metalliche a grandi luci forniscono un chiaro riferimento progettuale.
All’esterno l’edificio è caratterizzato dalla facciata continua a cellule dove trovano collocazione ampie superfici vetrate composte da lastre isolanti selettive ampiamente performanti composte da lastra esterna Guardian HS Superneutral 51 HT 10 mm temperata con processo Heat Soak Test, intercapedine in acciaio a bordo caldo riempita 66.2 con film acustico molatura VEC sul perimetro.
La pelle esterna dell’involucro è formata dal frangisole fisso in alluminio per il quale sono stati realizzati due apposite matrici al fine di ottenere un’unica pala con dimensioni 500×60/40 con esecuzione sul modulo di facciata. Tutti i tamponamenti vetrati d’angolo positivi e negativi si presentano con accostamento a filo senza ulteriori profili.
Al fine di consentire una aerazione di tipo naturale in facciata sono presenti aperture a sporgere di tipo parallelo con movimentazione elettrica corredata di appositi servoriduttori sistema AWS 102.
L’edificio si completa di un cavedio interno, realizzato con sistema tradizionale a montanti e traversi sistema FW50+. Per la posa delle vetrate non è stato necessario modificare in maniera particolare il collegamento del traverso al montante in quanto sono stati utilizzati i nuovi supporti vetro a croce.
Le vetrate isolanti sono analoghe alla facciata principale con la sostituzione della lastra stratificata interna proposta in 10+10.2. Il raccordo con la copertura del piano ottavo a formazione di controsoffittatura e fascia marcapiano è stato progettato e realizzato con l’impiego di pannelli in alucobond, lavorati all’interno dello stabilimento con il principio di fresatura interna e successiva scatolatura a freddo, posati in opera con il sistema a cassetta. La struttura dell’edificio, costituita da una grande travatura reticolare perimetrale sostenuta da 4 grandi pilastri alla quale sono agganciate le solette dei vari piani, consente di creare un grande ambiente libero al piano terra, che esternamente si presenta sotto forma di “collina” verde nel quale sono presenti anche lucernari con tamponamenti vetrati a forma geometrica trapezoidale.

EDIFICIO 2 MECCANICA – EDIFICIO 5 TEMPRA
La tipologia di intervento si configura come risanamento e ristrutturazione, le strutture esistenti in acciaio vengono mantenute e valorizzate con l’integrazione di patii interni e soppalchi.
Per i tamponamenti di facciata si è pensato a un sistema estremamente flessibile a montanti e traversi per soddisfare le ampie luci variabili; in conseguenza della falda di copertura si è pensato a un montante con sezione architettonica analoga, sviluppata sulla base del sistema FW50+ con impiego di montante monolitico sezione 350×50 (J x 4316 cm 4) con limite max di attacco 695 cm con fissaggio a pavimento e soffitto.
Per attacchi con luce maggiore è stato pensato a un nuovo sistema di concepire la facciata, in sostanza, in funzione dei carichi agenti e dei parametri di capitolato, non risultava sufficiente il classico canotto interno di irrigidimento.
Il progetto ha previsto la messa in opera di una struttura primaria formata da montanti in acciaio trafilato con sezione 350×30, e traversi allineatori con sezione 100x30x4. I montanti sono fissati al contesto edile tramite piastre e staffe di ancoraggio, successivamente la struttura viene rivestita con appositi profili estrusi. A tale scopo sono state realizzate n. 4 nuove matrici a disegno in collaborazione con Schuco International, a completamento del sistema stesso.
Le superfici vetrate sono composte con vetrate selettive altamente performanti.
In prossimità degli attraversamenti in facciata dei vecchi carroponti e dei controventi sono previsti speciali tamponamenti ciechi coibentati con possibilità di recupero, sui movimenti della stessa carpenteria.
Sul fronte della meccanica in prossimità del patio sono previsti dei montanti a unica altezza in legno di rovere di Slavonia con esecuzione a trave lamellare, in luce ai montanti secondo una scansione a disegno sono previste delle pannellature in lamiera di alluminio stirata verniciata a polveri in tinta RAL 9006 opaco a formazione di Brie Soleil.

EDIFICIO 3 – PALAZZINA UFFICI
Edificio di tre piani fuori terra ed un seminterrato esistente da ristrutturare completamente, la struttura portante in c.a. viene mantenuta, vengono mantenuti i solai, viene sostituito il rivestimento di facciata con l’impiego di facciate tipo semistrutturale SFC 85, nessun rilievo aggiunto è presente in prossimità degli apribili integrati nella facciata per la quale è prevista la realizzazione ad anta unica apribile a sporgere, esecuzione sul modulo della campata 333 cm, in prossimità dei pilastri è previsto un raddoppio del montante con l’inserimento di una lesena a continuità verticale in legno di rovere di Slavonia, costruzione a trave lamellare protetta per esterno con impregnate ecologico.
Sul piano della copertura viene realizzato un corpo aggiuntivo denominato “astronave”, la costruzione prevede l’impiego di carpenteria metallica e tamponamento in facciata continua con sistema a montanti e traversi.
La struttura si completa con il frangisole esterno in alluminio a pala fissa sezione 300×40.

EDIFICIO 4 – INGRESSO
Si tratta di un piccolo edificio ad unico piano, completamente ristrutturato, esecuzione mista acciaio-cemento.
Su questo edificio trova collocazione la portineria, il tamponamento vetrato è con sistema a facciata continua a montanti e traversi.

EDIFICIO 6 – LA FORGIA
L’edificio è analogo alla “Tempra”, è uno degli edifici più caratteristici per la particolarità delle strutture esistenti.
Le maggiori dimensioni in altezza hanno consentito la realizzazione di un interpiano oltre al piano soppalcato.
Le facciate sono realizzate con sistema a montanti e traversi da assemblare in opera. L’interpiano consente di ridurre la luce libera di attacco, risulta soddisfacente l’impiego di un montante monolitico con sezione 250×50.
Le vetrate d’angolo si raccordano con accostamento a filo senza l’apporto di ulteriori profili. Particolare attenzione è posta al raccordo superiore tra la facciata e l’intradosso della copertura, per il quale è previsto un tamponamento cieco montato in battuta.
Le superfici apribili sono a sporgere del tipo “a scomparsa” serie AWS106.

EDIFICIO 7 – LA TECNICA
Edificio di un piano fuori terra da ristrutturare completamente in linea con l’aspetto originario, in questo edificio sono previste finestre e porte a taglio termico. Il sistema impiegato è AWS 65. Le vetrate isolanti sono le medesime degli altri edifici.
La copertura come l’edificio a botte sono caratterizzati per i lucernari presenti realizzati con il sistema FW50+ completi di lamiere di raccordo al contesto e guaine di tenuta di sistema. Le superfici apribili sono di tipo basculante corredate di motorizzazione.

www.amitti.com
www.comesgroup.it