Detrazioni fiscali in edilizia: le opportunità nel 2021

A cura di:

Le detrazioni fiscali sono uno strumento utile per promuovere la riqualificazione del patrimonio esistente, la sua messa sicurezza e, anche, la ripartenza del settore edile. La Legge di Bilancio conferma diverse possibilità, vediamo quali sono le detrazioni fiscali per la casa per il 2021.Detrazioni fiscali in edilizia: le opportunità nel 2021Indice degli argomenti:

Le detrazioni fiscali rappresentano già da alcuni anni un’interessante opportunità per tutti coloro che sono interessati alla realizzazione di interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione. Anche se il Superbonus 110% ha suscitato, in poco tempo, un forte interesse sia dei committenti che degli addetti ai lavori, già l’insieme di detrazioni fiscali disponibili in precedenza ha avuto la duplice valenza di favorire da un lato la riqualificazione del patrimonio esistente, dall’altro di creare un certo movimento nel settore edile.Detrazioni fiscali 2021Per questi motivi con la Legge di Bilancio si sono prorogati diversi “bonus” anche per quest’anno. Ecco, quindi, le opportunità per le detrazioni fiscali in edilizia nel 2021.

Superbonus 110%: riqualificazione energetica ed adeguamento sismico

Tra le detrazioni fiscali quella che ha fatto più parlare di sé nell’ultimo anno è sicuramente il Superbonus 110%, misura introdotta con il Decreto Rilancio lo scorso anno e che, dopo mesi dal suo annuncio, è diventata operativa lo scorso autunno.

La Legge di Bilancio 2021 fissa la sua durata fino alla fine del 2022. Il Superbonus viene erogato in occasione dello svolgimento di determinati interventi trainanti (indicati nell’art. 119 del DL n.34/20), accompagnati eventualmente da ulteriori interventi trainati secondari. Per usufruire del bonus 110% è necessario eseguire almeno uno degli interventi trainanti (isolamento termico, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti e antisismica) e migliorare di due classi energetiche le prestazioni dell’edificio.

Per i dettagli, è possibile consultare la pagina dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.Superbonus 110%: riqualificazione energetica ed adeguamento sismicoIl Superbonus può essere erogato sotto forma di detrazione fiscale, sconto in fattura e cessione del credito non spetta agli edifici residenziali classificati nelle classi catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli). Un’ultima informazione utile, riguarda la possibilità di usufruire del Superbonus 110% anche per interventi di demolizione e ricostruzione, qualificati come “ristrutturazione” secondo il Testo Unico dell’Edilizia.

Detrazione ed efficientamento energetico: Ecobonus

Per il 2021 tra le detrazioni fiscali è confermato anche l’Ecobonus, con detrazioni IRPEF o IRES per gli interventi che favoriscono il risparmio energetico negli edifici esistenti. Le detrazioni, erogate in 10 anni in quote uguali, possono dal 65% nel caso di interventi su singole unità immobiliari, all’85%, per le parti comuni di edifici condominiali, se in combinazione col sismabonus.Ecobonus confermato nel 2021Tra gli interventi ammessi ci sono quelli che favoriscono l’efficienza energetica come la posa di isolamento termico su pareti, coperture o solai, sostituzione degli infissi, installazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile o sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Da gennaio 2021, inoltre, sono online i siti dell’ENEA per la trasmissione dei dati relativi agli interventi eseguiti.

Bonus ristrutturazione: Bonus casa 2021

Per il 2021 viene prorogato anche il Bonus Ristrutturazione, che prevede una detrazione fiscale del 50% per i lavori di ristrutturazione ordinaria e straordinaria. La spesa massima ammissibile è di 96.000 euro ed è concesso sia per interventi su singoli edifici, che per quelli seguiti in condominio.

Tra gli interventi ammessi ci sono la realizzazione e il miglioramento dei servizi igienici, l’installazione di ascensori e scale di sicurezza, gli interventi che prevengono il degrado, la costruzione di nuove sale interne o i lavori finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche.Confermati i bonus casa nel 2021L’Agenzia delle Entrate comunque, ha steso apposite indicazioni riportanti tutti gli interventi ammessi, le condizioni di ammissione e il meccanismo di funzionamento della detrazione. Anche per il Bonus Casa 2021 è online il relativo sito dell’ENEA per il caricamento dei dati.

Sismabonus 2021: detrazioni fiscali fino all’85%

Tutti gli interventi di miglioramento sismico che permettano l’avanzamento di almeno una classe di rischio possono godere di una detrazione fiscale che varia dal 70% all’85%.Sismabonus 2021: detrazioni fino all’85%La detrazione viene calcolata su una spesa di 96.000 euro, restituiti in 5 quote annuali di uguale importo. Se gli interventi riescono ad essere conclusi per almeno il 60% entro giugno 2022, rientrano nel Superbonus e la quota sale al 110%.

Prorogato anche il Bonus facciate 2021

La Legge di Bilancio 2021 proroga fino al 31 dicembre 2021 anche la detrazione del 90% delle spese sostenute per il rifacimento delle facciate degli edifici esistenti. Non ci sono limiti di spesa e tra i soggetti beneficiari rientrano anche gli inquilini in affitto.Confermato bonus facciate 2021A differenza di altri bonus, questo è accessibile per tutte le categorie catastali. Sono ammessi molteplici lavori, riguardanti sia la manutenzione ordinaria, che quelli di recupero e restauro, così come la manutenzione dei balconi.

Bonus Verde

Confermati anche il Bonus Verde che prevede una detrazione del 36% per una spesa complessiva massima di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo.

Bonus mobili 2021

Anche il Bonus mobili è stato confermato, con la detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. La novità principale risiede nel fatto che la spesa massima ammissibile passa da 10.000 euro a 16.000 euro. Questo bonus deve necessariamente dipendere dalla contestuale erogazione del bonus ristrutturazione. Gli elettrodomestici devono essere in Classe A ed è necessario trasmettere all’ENEA i dati relativi alle spese sostenute. È detraibile l’acquisto di dispositivi come forni, frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici, asciugatrici e piani di cottura elettrici.

Bonus idrico di 1.000 euro

È una novità del 2021 l’introduzione di un incentivo di 1.000 euro per la sostituzione di rubinetteria e sanitari, utili al risparmio idrico. Sono include sia le spese di acquisto, che di posa in opera. Il Bonus sale a 5.000 euro per gli esercizi pubblici.