Argilla in edilizia: l’impiego della terra cruda è sano e incentivato

Naturale e benefica, l’argilla in edilizia trova spazio in particolare sotto forma di intonaci e finiture, che possono beneficiare del Superbonus 110%

A cura di:

Argilla in edilizia: l’impiego della terra cruda è sano e incentivatoIndice degli argomenti:

L’impiego dell’argilla in edilizia è importante sia per fare efficienza energetica sia per contribuire al benessere abitativo, contando anche sulle possibilità di incentivi anche sotto forma di Superbonus 110%.

È uno dei materiali naturali di più antico impiego: si parla di mattoni in terra cruda già 6mila anni fa. Oggi trova nuova linfa grazie alla sua versatilità di utilizzo e per le sue proprietà.

«L’impiego della terra cruda è congeniale innanzitutto in bioedilizia in quanto è un prodotto sostenibile, a basso impatto ambientale – spiega Sergio Sabbadini, architetto e responsabile del settore “terra cruda” per ANAB Addirittura alcune mescole, in cantieri rurali, si possono creare con terra di scavo a km zero, con materia prima sul posto. È un materiale che, rispetto a qualsiasi malta, presenta dei vantaggi enormi anche in termini di risparmio energetico, a partire dalla sua stessa lavorazione». La terra cruda, infatti, non necessita di cottura e questo si traduce in energia ed emissioni di CO2 evitate.

Argilla in edilizia: i benefici e gli impieghi

Quando si ragiona di terra cruda (o argilla) in edilizia ci si riferisce, in particolare, al suo impiego sotto forma di intonaci e finiture. «Nella “pelle interna” della casa, l’impiego della terra cruda specie se con forti spessori (qualche centimetro) consegue benefici anche in termini di controllo igrometrico degli ambienti».

L’argilla ha la capacità di assorbire il vapore acqueo presente all’interno dei locali, consentendo una migliore capacità di regolazione dell’umidità relativa dell’aria degli ambienti interni.

Ci sono anche impieghi dell’argilla in edilizia sotto forma di intonaci fonoassorbenti, con texture particolari, oppure di intonaci con altissima inerzia termica da applicare su elementi riscaldanti come riscaldamenti a parete, oppure su stufe specifiche che sfruttano l’irraggiamento.

I laterizi ECOPOR di T2D, a base di argilla e farina di legno
I laterizi ECOPOR di T2D, a base di argilla e farina di legno, sono utilizzati per la realizzazione di muratura ad alte prestazioni e nel rispetto dell’ambiente.

«La terra cruda può essere impiegata anche con funzione assorbiodori: stiamo sperimentando anche questa potenzialità dell’argilla», specifica Sabbadini, segnalando che nel corso delle edizioni del concorso Terra Migaki Design sono state proposte svariate potenzialità della terra cruda, in edilizia e non solo.

Terra cruda e incentivi possibili: dal bonus ristrutturazioni al Superbonus 110%

In caso di lavori di retrofit edilizio, è possibile approfittare del Bonus ristrutturazioni al 50% visto che la terra cruda rientra tra i materiali in bioedilizia potenzialmente impiegabili. Per quanto riguarda il Superbonus 110% l’argilla in edilizia può entrare in gioco come soluzione finale per l’intonacatura d’interni.Argilla in edilizia: i benefici e gli impieghi«Nel caso di una riqualificazione energetica dove sono presenti elementi di riscaldamento alcuni intonaci in terra cruda specifici possono aiutare nella migliore distribuzione del calore ed essere così parti integranti dell’efficientamento energetico», illustra l’architetto ed esperto dell’Associazione Nazionale Architettura Bioecologica. Tra l’altro, ANAB all’impiego di questo materiale dedica un webinar il prossimo 27 maggio intitolato “Progettare e ristrutturare gli interni con l’argilla”.

Poi ci sono anche i termointonaci a base argilla, costituiti in particolare da terre alleggerite. La terra cruda rientra così nei bonus per l’edilizia in combinazione con soluzioni impiantistiche per il riscaldamento.

«Riguardo all’impiego dell’argilla in edilizia quale referente ANAB, stiamo lavorando con le aziende e imprese per la redazione delle voci di capitolato del prezzario DEI dedicato al Superbonus 110% perché attualmente prevede poche voci sulla bioedilizia e nemmeno una sull’argilla. Siccome può essere impiegata, deve poter essere compresa nei prezzari».

Argilla in edilizia: il benessere psico-fisico della terra cruda

Sempre a proposito dell’impiego dell’argilla in edilizia, non va trascurato il suo effetto benefico sui residenti. Il benessere psico-fisico è uno degli effetti collegati da un miglior comfort abitativo, legato alla migliore condizione igrometrica, acustica, termoregolatrice e, non ultimo, estetica.

Argilla in edilizia, esempio applicativo in un negozio
Argilla in edilizia: esempio di applicazione in un negozio in piazza Cordusio a Milano

È forte il legame alla naturale abitudine dell’uomo di vedere l’argilla nel contesto naturale: l’uomo e la terra sono strettamente connessi. «Contare sul suo impiego domestico ripropone l’idea ancestrale dell’habitat abituale», conclude Sabbadini.

L’architetto è anche fondatore e componente del team Terra Migaki Design, gruppo di lavoro dedicato specificamente alla terra cruda, che illustrerà molti dei temi trattati qui e che hanno a che fare con l’impiego dell’argilla in occasione del Fuorisalone (Milano, 4-10 settembre) presso il Museo Studio Francesco Messina.