Stadio Olimpico di Londra

A cura di:

Lo stadio, pensato come unica arena da 80.000 posti, sarà l’elemento centrale dei Giochi del 2012: ospiterà, infatti, le cerimonie di apertura e chiusura e le manifestazioni di atletica leggera.
Al termine delle Olimpiadi diventerà la nuova casa del West Ham United, il cui progetto, che prevede la riduzione dei posti a 60.000 circa e il mantenimento della pista di atletica, è stato giudicato a febbraio 2011 come migliore rispetto a quello presentato dal Tottenham Hotspur.
Nel mese di gennaio 2009, è stata realizzata l’area del campo centrale. I posti a sedere circostanti sono realizzati attraverso manufatti in calcestruzzo assemblati in loco.
La naturale pendenza del terreno è stata rispettata e mantenuta nella progettazione. Il nuovo stadio presenta zone seminterrate a seconda delle linee del terreno. I restanti 55.000 posti sono stati realizzati con strutture in acciaio ultra leggero e saranno smontabili.

Per la parte esterna, il progetto prevedeva, un rivestimento in plastica, o forse di tessuto ecologicamente sostenibile, come la canapa con un design di tipo murale. Questa fascia esterna doveva essere alta 20 metri e di lunghezza pari a tutta la circonferenza dello stadio, cioè 900 metri.
Le soluzioni presentate ed approvate dalle autorità olimpiche hanno previsto una copertura con degli striscioni di 2,5 metri, posizionati in modo irregolare per consentire l’ingresso allo stadio dalla parte inferiore della struttura, tenuti in tensione da diversi cavi.
La copertura copre circa i due terzi dei posti a sedere dello stadio.
Uno studio condotto dagli organizzatori dei giochi e durato più di sei mesi ha evidenziato che una copertura parziale dello stadio ridurrebbe l’influsso negatico delle correnti d’aria sulle performance degli atleti.

All’interno dello stadio non ci sono punti vendita alimentari. Questò ha ridotto gli spazi riservati alla realizzazione di cucine, ristoranti e le relative protezioni antincedio.
Gli architetti hanno, altresì previsto, la localizzazione di queste aree attrezzate al di fuori dello stadio.
In questo si sono ispirati alla scelta, rivelatasi di successo, fatta in occazione dei mondiali di calcio di Germania del 2006, dove gli spettatori si riunivano all’esterno dello stadio per mangiare, bere e guardare le partite tramite grandi schermi.

Lo Stadio Olimpico durante i giochi avrà una capacità di 80.000 persone: 25.000 sedute permanenti sotto il livello inferiore, mentre al coperto di una leggera struttura in acciaio e calcestruzzo al livello superiore ci sará un ulteriore spazio per 55 mila spettatori. Il livello superiore potrà essere smontato dopo le Olimpiadi.
Lo Stadio Olimpico si trova a sud del Parco Olimpico nell”isola, circondata da corsi d’acqua su tre lati.
Gli spettatori potranno raggiungere il luogo attraverso cinque ponti che collegano il sito col la zona circostante.
All’interno dello Stadio sono previsti spogliatoi, servizi di supporto medico e una pista di 80 m per i warm-up. Servizi Spectator, rinfreschi e gli scarichi merce saranno situati al di fuori della sede in un ‘podio’ che circonda lo stadio.
Dopo le Olimpiadi, lo stadio potrà essere ridotto a 25.000 posti. Sarà un luogo di sport e di atletica, oltre ad eventi culturali e di comunità.
L’inaugurazione ufficiale, che coinciderà con l’inizio dei Giochi Olimpici di Londra, è prevista per il 27 luglio 2012.