Laguna Palace Hotel & Conference Center

A cura di:

Per Marco Piva l’ambiente bagno deve intendersi come episodio fondamentale all’interno di un percorso progettuale più ampio e complesso quale è una struttura ricettiva di carattere alberghiero.
I principi generatori che sottendono la progettazione di un edificio pubblico non devono venir meno nella definizione spaziale  del locale bagno.
Il bagno deve, infatti, raccontare l’essenza del progetto, al pari della hall e della camera.
Per anni considerato quale appendice di servizio ad una struttura pubblica, il bagno, sia esso di camera o di pertinenza a sale conferenza, hall e bar, è attualmente in grado di decretare o meno il successo di una struttura alberghiera.
Ne consegue che il bagno perde la propria identità di servizio a favore di una definizione spaziale che tende a identificarlo sempre più spesso quale vera e propria area di relax, zona confortevole in cui potersi dedicare alla propria persona.
Le superfici di pertinenza del bagno, così, si dilatano caratterizzandosi secondo un progetto che interagisce con le esigenze degli ospiti, riconoscendo a questo ambiente un ruolo prioritario all’interno di una struttura più complessa quale è l’albergo.
L’ambiente bagno e quindi la zona dedicata al relax fisico, acquista, così un peso più che mai importante nell’allestimento della stanza d’hotel, che deve poter offrire un alto grado di comfort e funzionalità.
La ricercatezza del dettaglio di design e l’accuratezza delle scelte funzionali si esprimono offrendo un insieme che, pur nell’essenzialità delle forme, risulta estremamente accogliente per l’utente, conferendo un’immagine unitaria di eleganza e sofisticata assenza del superfluo.
I progetti dello Studio Marco Piva per i luoghi dell’accoglienza sono destinati ad una clientela che ha un’attenzione particolare nei confronti dello spazio e delle precise attese nei confronti dei servizi e dei comfort offerti.
Cambiano, però, i paradigmi relativi al lusso: l’eccesso di consumo e di ostentazione viene sostituito da un’etica basata sull’idea di sobrietà e di selezione, il lusso passa attraverso la definizione di caratteristiche specifiche da conferire ai luoghi nei quali le persone si muovono, incontrano e rappresentano se stesse.Il valore del tempo, da dedicare e da dedicarsi, espresso soprattutto negli spazi deputati alla cura del sé, è infatti il vero lusso nella nostra frenetica epoca.
L’uomo contemporaneo ricerca una personale dimensione del benessere che contempla la riconquista del tempo, valore supremo tra le aspirazioni del quotidiano.
Cambia quindi lo scenario del benessere, inteso come piacere esteso dal corpo alla mente, in una fusione armonica che agisce tra esperienza sensoriale ed esperienza spirituale.
E’ importante creare contenitori per un viaggio interiore, momenti di silenzio e di armonia, dove ritrovarsi attraverso i propri comportamenti e la soddisfazione dei propri desideri interiori, regalandosi momenti di relax, ritrovando nel contempo una condizione di benessere globale.
Un caso particolare ed emblematico in questo senso è rappresentato dal progetto per il Laguna Palace Hotel & Conference Center e Laguna Suite Suites & Club, imponente terminal turistico realizzato a Venezia Mestre con il contributo dello Studio Marco Piva che ha curato il progetto degli interni e il coordinamento generale.
L’intero complesso si trova situato in una posizione assolutamente invidiabile a soli 800 metri dalla stazione ferroviaria di Mestre, nel cuore della città, e a circa 10 minuti da Venezia via auto.
Il vero valore aggiunto è l’acqua: tutta l’area si affaccia sul Canal Salso, il canale navigabile della Laguna di Venezia che entra nella città di Mestre, si approderà così nel centro storico di Venezia con soli 30 minuti di barca, lasciando comodamente l’auto nel parcheggio interrato e partendo direttamente dalla reception dell’hotel.
Il complesso immobiliare risulta composto sostanzialmente da diversi fabbricati, e più precisamente dal Laguna Palace Hotel & Conference Center con un totale di 213 camere di diverse tipologie, una grande Reception/Hall, un’ampia area living, vari ristoranti, con una capacità congressuale complessiva tra sala plenaria e le varie sale riunioni di oltre 1000 delegati; dal Laguna Suites Suites & Club costituito da una struttura di 100 unità da 55/60 mq ognuna con kitchenette e da servizi comuni come “Exclusive” Reception, Bar, ecc…; da un’autorimessa su due livelli interrati in grado di ospitare oltre 750 auto.
Il tutto unito da una darsena in grado di ospitare oltre 400 barche coperta dal più grande tetto di vetro trasparente del mondo ed affacciato sul canale di   collegamento con Venezia.
Il Laguna Palace Hotel & Conference Center è un grande hotel in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di ospite.Alta tecnologia, eleganza, semplicità e comfort distinguono ogni tipologia di camera.
I servizi di ristorazione ed intrattenimento sono all’insegna dell’alta qualità e del benessere dell’ospite.
Cento suites di oltre 50 mq ciascuna compongono l’edificio denominato Laguna Suites Suites & Club, disponendo di una reception privata e di servizi di altissimo livello.
La ricercatezza dell’arredamento, l’avanzata tecnologia e la selezionata cucina fanno del Laguna Suites l’ambiente ideale per una clientela selezionata e privilegiata.
All’interno del Laguna Palace Hotel & Conference Center e del Laguna Suites Suites & Club lo Studio ha realizzato gli interiors (camere, spazi comuni, conference center, ristoranti, ecc.) sia in termini di funzionalità che di scelte estetiche e di materiali, con l’obbiettivo di integrare il calore, la cultura ed il gusto tipicamente italiani con la tecnologia e l’architettura internazionale.
Particolare cura è stata riservata al progetto dei bagni che, come per le camere, richiamano i cromatismi della Laguna.
Il concept del progetto nasce e ha le sue basi all’interno della tradizione di quella che è sicuramente la città storica italiana che, anche per le sue peculiari caratteristiche morfologiche, date dalla presenza del mare, possiede una “magica” bellezza che la rende unica nel mondo.
Fiumi di parole si sono spesi per Venezia e proprio la sua natura, la sua tradizione, i suoi legami culturali, i suoi colori e le sue sensazioni, non hanno non potuto far si che il progetto non ne fosse ampiamente influenzato.Gli elementi che facendo anche, comunque, parte dell’immaginario collettivo, racchiudendo simbolicamente l’immagine di Venezia, che hanno influenzato e caratterizzato l’iter progettuale sono: l’acqua, il vetro e la gondola.
L’immagine del complesso reinterpreta, quindi, quella che è la cultura veneziana attraverso la tecnologia anche negli interiors.
Tutto ciò si riflette nell’utilizzo dei materiali, particolarmente studiati negli spazi bagno del Laguna Terminal, che quasi mai sono decorati, la decorazione intesa nel modo tradizionale, infatti, per lo studio Marco Piva non esiste, esiste invece con una declinazione diversa che si realizza tramite la texturizzazione delle superfici, tramite rapporti cromatici e tattili tra i diversi materiali che compongono scenari atti a trasmettere emozioni.
Sia nel Laguna Palace che nel Laguna Suite, le tipologie dei bagni sono così suddivise:
·        Bagno camera con vasca
·        Bagno camera con doccia
·        Bagno disabili a servizio delle camere amiche
·        Bagno suite con idromassaggio
I rivestimenti dei bagni a servizio delle camere sono in Gres porcellanato di Mirage per il Laguna Palace e di Floor Gres per il Laguna Suite.
Per quanto riguarda, invece, i bagni delle Junior Suite e delle Suite sono previsti rivestimenti lapidei in pietra e marmo di Up Group con i medesimi cromatismi della sabbia e della laguna presenti nelle camere.
Per i rivestimenti in marmo è stato utilizzato il Bardiglio Imperiale, mentre per le pietre la Jerusalem Gold e la Sand Beach.
Sia nelle camere che nelle suite non è previsto il piatto doccia tradizionale, ma lo stesso è realizzato in marmo Nero Belgio.
Grande accento è stato posto sui vetri che assumono un ruolo di rilievo nell’immagine globale dei bagni, grazie al richiamo alla tradizione veneta in questo campo.
Troviamo infatti il vetro verniciato per i top lavabi, i vetri trasparenti per i box doccia e vasca e i satinati retroilluminati per i rivestimenti a parete, tutti realizzati dalla azienda Novello.
I top lavabo realizzati da Novello per il Laguna Palace e il Laguna Suite sono stati proposti in due varianti: “Laguna top” con lavabo in appoggio e “Laguna in” con lavabo sotto-piano.
Il materiale di rivestimento usato è il vetro acidato, per esaltare il rapporto luce/acqua, molto sentito in questo progetto anche per le peculiarità stesse del luogo.
Questo rapporto richiama a giochi e alternanze tra colore e trasparenza che si tramuta a livello di materiali nell’uso del color verde acqua dei vetri acidati, che richiamano atmosfere lagunari all’interno degli spazi architettonici.
Gli accessori bagno sono di Rapsel, serie Nito, i sanitari dei bagni a servizio delle camere sono di Ideal Standard, serie Ala Sospesa, scelta dettata anche da esigenze funzionali di pulizia e manutenzione, criteri importanti in un progetto nell’ambito del contract.
L’illuminazione è della azienda iGuzzini, mentre la rubinetteria è di Gröhe per quanto riguarda le camere e di Vola nelle suite.
Il bagno disabili è tale in quanto può essere trasformato ad hoc all’occorrenza, senza però assumere l’aspetto ospedaliero talvolta riservato a questi ambienti tanto da inficiarne l’aspetto estetico.
La temperatura interna dei bagni può essere gestita dall’utente in modo separato da quella delle camere.
Per quanto riguarda i bagni delle zone comuni, particolarmente scenografico è quello a servizio del Conference Center, dove nella zona orinatoi è previsto un rivestimento a parete in onice verde continuamente lavato da una lama d’acqua che cade dall’alto.
I bagni delle zone comuni prevedono tutti piani Top in di Novello e miscelatori elettronici di Zucchetti.
I rivestimenti sono in Pietra Luna Grigia lucidata e in Jerusalem Gold di Up Group, illuminazione iGuzzini, sanitari Pozzi Ginori e Catalano.
Per quanto riguarda i bagni riservati alle signore, sono previste zone trucco dotate di ampie superfici specchianti, desk e sedute.
Il progetto nella sua complessità ha saputo creare raffinate atmosfere tramite l’uso sapiente dei materiali, del colore e della luce, ponendo grande accento allo spazio bagno, sia in termini dimensionali che di cura del dettaglio.

Aziende fornitrici
·        NOVELLO: Top lavabi, specchi, vetri
·        GRÖHE: rubinetterie
·        VOLA: rubinetterie
·        ZUCCHETTI: rubinetterie
·        RAPSEL: accessori
·        SILENTE PORTE: porte
·        iGUZZINI: illuminazione
·        KARTELL: sgabelli serie Prince Aha
·        IDEAL STANDARD: sanitari
·        POZZI GINORI: sanitari
·        CATALANO: sanitari
·        MIRAGE: rivestimenti in Gres porcellanato
·        FLOOR GRES: rivestimenti in Gres porcellanato
·        UP GROUP: rivestimenti lapidei

Per ulteriori informazioni
www.floorgres.it