La biblioteca futuristica Tianjin Binhai Library progettata da MVRDV

A cura di:

Un’incredibile architettura accoglie i lettori nella più bella biblioteca al mondo: la Tianjin Binhai Library, dove design e cultura s’incontrano.

occhio

Il paradiso dei lettori esiste ed è situato in Cina. Stiamo parlando dell’ultimo incredibile progetto dello studio MVRDV: la biblioteca futuristica Tianjin Binhai. Un susseguirsi di scaffalature curve e sinuose, libri che vanno dal pavimento al soffitto e una grande sfera luminosa posta al centro della sala: la Tianjin Binhai Library rende sicuramente giustizia ai sogni di tutti gli amanti della lettura.

Lo studio di architettura olandese, insieme Tianjin Urban Planning and Design Institute (TUPDI), si è occupato della realizzazione della biblioteca il cui progetto s’inserisce in un più ampio piano di creazione del distretto culturale della città.
La Tianjin Binhai Library diviene così non solo un polo culturale, ma anche un elemento di connessione tra la città vecchia, i suoi quartieri residenziali e le aree commerciali.

Tianjin Binhai Library: tra cultura e architettura

L’incredibile biblioteca progettata da MVRDV è un edificio di 33.770 metri quadrati sviluppato su 5 livelli, un mondo magico dove i visitatori possono immergersi nella lettura sui sinuosi gradini della struttura.

Iniziamo il “tour” dall’esterno, dalla futuristica facciata: l’enorme apertura ovale sulla struttura si va a sovrapporre alla sfera luminosa interna chiamata The Eye, così da comporre la figura di un occhio. L’occhio del sapere accoglie i visitatori nel tempio della cultura cinese dove la sensazione di stupore persiste.

A fare da protagonista è The Eye, la sfera luminosa attorno alla quale le scale-scaffali si propagano in una moltitudine di linee sinuose avvolgendo lo spazio circostante.

L’idea che associa la biblioteca a uno spazio labirintico e polveroso viene totalmente rovesciata dal progetto di MVRDV: gli scaffali ondulati  che “abbracciano” la struttura non sono solo elementi di arredo, ma fungono anche da scale in cui sedersi e consultare libri. L’atmosfera emanata dalla luce è quasi eterea, delicata e ovattata: lo spazio futuristico di MVRDV è un luogo in cui perdersi e ritrovarsi nei libri.

angolo
Ogni angolo della biblioteca può essere utilizzato per sedersi, studiare e riposarsi.

 

La soluzione architettonica pensata dallo studio nasce come risposta “creativa” a un problema legato allo spazio disponibile: da qui deriva l’idea di sviluppare l’auditorium seguendo le curve della sfera. I cinque livelli dell’edificio vedono la collocazione di: un piano interrato dedicato all’archiviazione, un piano terra con l’auditorium, le aree di lettura e gli accessi ai piani superiori terrazzati. Il primo e il secondo piano sono costituiti da sale lettura e aree relax e i piani successivi sono dedicati agli uffici, spazi riunioni e sale informatiche.