Hotel Comprensorio AEV Terraglio

A cura di:

L’edificio si articola in due volumi principali, connessi tra loro: quello proprio dell’albergo che si eleva compatto per nove piani e un volume basso, basamentale, rivolto verso la piazza dove trovano collocazione la sala conferenze ed il ristorante con accessi indipendenti da una corte, ma collegati anche internamente con l’albergo.
L’albergo è organizzato su nove piani: al piano terra vi sono la hall d’ingresso, la sala colazione ed i locali accessori (servizi igienici e spogliatoi per il personale dell’albergo); al secondo piano gli uffici per la gestione dell’attività alberghiera; dal piano secondo al nono le camere, in totale 128, tutte dotate di servizi igienici.
Ad ogni piano delle camere è collocato un locale di servizio. In copertura sono posti i vani tecnici per gli impianti.
L’ingresso principale, collocato a nord, è segnalato da una pensilina rivestita in lamiera di zinco titanio microforata; gli ingressi di servizio sono, invece, rivolti al piazzale retrostante.
Il materiale di rivestimento è zinco titanio color antracite, che riprende le facciate di alcuni altri edifici limitrofi. Utilizzato al piano terra, nelle testate nord e sud ed in copertura, a mascheramento dei vani tecnici, diviene fondale liscio ed omogeneo davanti al quale si pone il volume chiaro che contiene le camere, le cui facciate rivolte a sud ed a est sono rivestite di pannelli di alluminio color argento.
I singoli pannelli, arretrando e sporgendo con disegno irregolare, creano un gioco di luci e di ombre che confonde e spezza il ritmo seriale delle finestre.
Il rivestimento in alluminio cambia gradazione a seconda della rifrazione dei raggi solari nelle diverse ore del giorno e per le diverse condizioni atmosferiche: da un luminoso bianco argenteo durante il giorno con cielo sereno, ad un grigio scuro profondo durante la notte.
Il sistema insediativo individua ampi spazi pedonali centrali, una piazza ed il sistema degli accessi carrabili e dei parcheggi a raso nelle aree perimetrali.
I parcheggi trovano collocazione nell’area esterna dedicata, oppure sotto il sedime dell’edificio, e le risalite dei parcheggi vengono realizzate tramite scale all’interno dell’edificio stesso con uscita sulla piazza.

Vincitore PREMIO PICCINATO 2010