Corte Verde di Corso Como

A cura di:

La Corte Verde di Corso Como sorge all’interno del quartiere milanese che, più di ogni altro, è teatro di innovazioni e tendenze.
Situato tra il centro storico e il quartiere di Porta Nuova – recentemente riqualificato e valorizzato con numerose infrastrutture, aree verdi e pedonali – l’edificio gode della vitalità della zona e, allo stesso tempo, ha il privilegio di essere immerso nel giardino verde tra Via Viganò e la promenade che costituisce il prolungamento di Corso Como.
Il risultato progettuale delle residenze La Corte Verde di Corso Como è l’equilibrio perfetto tra la privacy dei residenti e la possibilità di essere direttamente connessi con il ricco contesto urbano, grazie all’eccezionale accessibilità ai mezzi pubblici di cui gode la zona.
A distanza pedonale si trovano tre linee della metropolitana e la stazione ferroviaria di Porta Garibaldi servita dall’Alta Velocità.
Inoltre, dal livello stradale si può accedere facilmente alle ampie zone verdi e pedonali circostanti.
Il progetto si svilupperà su una superficie commerciale di 5.000 mq: 31 residenze in classe energetica A – 2 loft, 6 bilocali, 14 trilocali, 5 quadrilocali, 3 duplex (2-4 camere), 1 appartamento di oltre 5 camere; il tutto immerso in un giardino privato di 1.100 mq.

Il complesso è composto da tre blocchi edilizi connessi tra loro e caratterizzati da altezze differenti, da diversi trattamenti delle facciate in rapporto ai diversi affacci e da ampi spazi verdi: balconi, giardini, roof garden e un parco privato, a cui si accede con percorsi pedonali e che è protetto da una recinzione che lascia intravedere l’interno. Tutti elementi di un linguaggio contemporaneo ma fortemente radicato nel contesto e nella tradizione architettonica milanese.
“La vita urbana è oggi riscoperta come un modello impareggiabile, capace di coniugare i nuovi valori della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente con la vitalità e la ricchezza dell’esperienza delle cose. L’architettura milanese del secondo dopoguerra a Milano ha saputo elaborare modelli dotati di grande qualità abitativa; il progetto La Corte Verde di Corso Como vuole innestarsi su questa ‘nuova tradizione’, reinterpretando i modelli spaziali dell’edilizia storica alla luce di una sensibilità del tutto contemporanea” ha dichiarato Cino Zucchi.

L’architettura
La progettazione architettonica ha posto grande attenzione al contesto in cui sorge l’edificio, creando un elemento di transizione tra i due diversi paesaggi confinanti, quello della città storica e quello della città contemporanea costituita dal quartiere di Porta Nuova.

I generosi spazi esterni sono pensati come la naturale estensione delle residenze e realizzati con materiali coordinati con gli interni.
Tutti gli appartamenti, i loft e gli attici sono dotati di terrazze, giardini o roof garden, progettati per garantire la luminosità degli ambienti e un panorama spettacolare in cui si staglia il romantico quartiere di Brera.

Le lobby di ingresso de La Corte Verde di Corso Como si caratterizzano per grandi affacci e vetrate che conferiscono all’ambiente luminosità e calore.
La sobrietà dell’arredo, la preziosità dei materiali e la progettazione dell’illuminazione rendono l’atmosfera piacevole ed accogliente.