Casa patio, un’architettura trasparente

A cura di:

La luce naturale, in architettura, caratterizza ambienti fluidi e dinamici, proiettandoli verso l’esterno, aumentando il comfort di chi li vive.

patio

In una tranquilla area residenziale nella provincia di Mantova si trova la residenza monofamiliare progettata attorno al patio, centro ideale dell’intera struttura che, grazie alle generose vetrate perimetrali, permette la diffusione della luce all’interno di tutta l’abitazione, favorendo un contatto diretto fra spazi interni e giardino esterno.

Riservatezza, continuità spaziale e controllo ottimale dell’illuminazione naturale sono fra le principali caratteristiche di questa abitazione dai tratti architettonici contemporanei, capace di coniugare un’elevata qualità degli spazi interni con soluzioni tecnologiche all’avanguardia.

interni

Le richieste iniziali della committenza hanno guidato le prime scelte compositive orientando il concept verso il classico impianto della casa a patio.

Interventi, modifiche e sottrazioni hanno creato il vuoto della corte interna, le cui dimensioni sono calibrate per controllare la luce e i riflessi e per coordinare le prospettive visive del soggiorno e della cucina. Il patio è divenuto così il fulcro della casa che ha attratto anche la copertura, motivando l’inversione della pendenza delle sue falde. Dal punto di vista distributivo, invece, per la sua posizione baricentrica il patio svolge il ruolo di una stanza “aperta”, diventando alternativamente estensione del soggiorno e della cucina e fungendo da punto di riferimento per le camere della zona notte.

La forma interna si ripercuote anche esternamente, dove le ali della copertura si piegano dando forma alla fessura che consente l’ingresso all’abitazione. I forti aggetti generati dagli elementi strutturali orizzontali, uniti ai fori schermati mediante lamiere microforate, consentono di modulare i riflessi luminosi, eliminando qualsiasi problema di abbagliamento.

SPACCATO

La struttura portante a telaio è coperta in tralicci d’acciaio, estremamente compatti in rapporto alla luce necessaria (20 cm per campate fino a 8 metri), con tamponamenti e rivestimenti leggeri altamente performanti. L’apparente semplicità dei fronti vetrati, che alternano elementi puntuali a porzioni di facciata continua, di fatto nasconde un complicato sistema di fissaggi necessario per risolvere i nodi strutturali in presenza di limitati spessori, garantendo allo stesso tempo elevate prestazioni termofonoisolanti all’involucro edilizio.

Per l’involucro vetrato le scelte progettuali si sono orientate verso la ricerca di soluzioni flessibili e omogenee sotto il profilo estetico, adattabili a seconda delle differenti condizioni ambientali (vetrate fisse e apribili ad anta e scorrevoli, geometrie inclinate, etc.) e con tende orientabili interne alle vetrocamere, per far fronte alle più svariate esigenze di luminosità. “L’affidabilità dei sistemi – ha raccontato l’architetto Vairo – ha costituito un aspetto fondamentale nella ricerca dei prodotti più appropriati. Schüco si è rivelato l’unico partner che, fin da subito, ha saputo offrire e garantire il più ampio supporto progettuale, offrendo alternative flessibili, dal design lineare ed economicamente sostenibili.

Schuco Revere Bianca 033_full

Alte prestazioni ed estetica

Per favorire l’ingresso della luce naturale negli ambienti, nell’abitazione di Revere sono state installate finestre e portefinestre Schüco AWS 75 BS.HI con apertura ad anta ribalta. Conosciute anche come soluzioni “con l’anta a scomparsa” – con telaio fisso che, esternamente, ricopre completamente quello della parte apribile – permettono non solo di massimizzare la quantità di superficie vetrata, ma anche di garantire ottime prestazioni di isolamento termico (valori Uf di 1,6 W/m2K) e acustico (49 dB). Completano i sistemi di involucro gli alzanti scorrevoli Schüco ASS 70 HI ad anta singola con incasso laterale, concepiti per facilitare la traslazione delle ante senza pregiudizio per la resistenza all’infiltrazione dell’acqua (pioggia battente fino a 900 Pa) e per le prestazioni termofonoisolanti, e le porte d’ingresso Schüco ADS 75, equipaggiate con serratura motorizzata e pannello esterno in legno.