Cantina Bodegas Portia

A cura di:

Bodegas Portia è la cantina per il Gruppo Faustino a Ribera del Duero, una delle regioni più importanti della Spagna per la produzione di vino.

bodega

L’edificio ideato da Foster, sfrutta appieno la topografia del sito a beneficio dei processi di vinificazione, creando condizioni di lavoro ottimali e riducendo il fabbisogno di energia della cantina e il suo impatto visivo sul paesaggio della zona.
La struttura di 12.500 metri quadrati, ha una capacità produttiva di un milione di bottiglie all’anno.
L’edificio con la sua forma a trifoglio esprime le tre fasi principali della produzione: fermentazione in tini di acciaio, l’invecchiamento in botti di rovere e, infine, l’invecchiamento in bottiglia.

cantina-foster

Le ali che contengono le botti e le bottiglie sono in parte incorporate nel terreno al fine di ottenere le condizioni ambientali più favorevoli per l’invecchiamento del vino stesso, mentre l’ala fermentazione è esposta verso l’esterno per pemettere di far fuoriuscire l’anidride carbonica.
Un percorso sale fino al tetto dell’edificio, dove sono consegnate le uve raccolte direttamente nel contenitore: la cantina è stata progettata per sfruttare il terreno in pendenza, usando la gravità per favorire i movimenti delle uve all’interno dell’edificio, massimizzando l’efficienza e minimizzando i danni per l’uva stessa.
La struttura in cemento armato è rivestita in scandole di acciaio Corten.

cisterne
Il sito di Ribera del Duero, a circa 150 chilometri a nord di Madrid, ha inverni molto freddi, così come estati calde con precipitazioni limitate: per questo l’edificio è stato in parte incorporato nel terreno.
In questo modo oltre ad un impatto visivo ridotto al minimo i benefici ambientali sono massimi – il tetto integra celle fotovoltaiche e la massa termica della struttura in cemento aiuta a controllare le temperature interne.

interno

Al centro della cantina è posta una galleria sollevata con un soppalco di vetro, che proietta in profondità ogni ala, permettendo ai visitatori di godere di una vista elevata dei diversi processi produttivi.
Tra le ali c’è una reception luminosa e un’area amministrazione, con ampie terrazze e piscine che si affacciano sui vigneti.
Rivestite con doghe di vecchi barilei, le aree pubbliche sono state progettate per evocare la ricca tradizione della vinificazione della regione.

spagna

Lord Foster ha detto:
“Bodegas Portia è la nostra prima cantina, quindi non abbiamo avuto preconcetti su come avrebbe dovuto funzionare. Ci siamo ispirati al luogo e alla tradizione vinicola”:

Dati del progetto
Location: 150 km a nord di Madrid, sulla strada di traffico principale che collega le principali città in Spagna, nella regione di Ribera del Duero, una delle zona vinicola più importante della Spagna.

I due volumi di alloggiamento dei processi di invecchiamento sono sepolti nel pendio naturale del sito, al fine di consentire per gravità la consegna per la vendemmia.
Approfittando delle prestazioni termiche di raffreddamento della terra, l’edificio è in parte inserito nel paesaggio.
Le aree pubbliche, compreso un ristorante con vista sul paesaggio, sono poste su un piano rialzato.
Superficie lorda: 12.500 mq
Superficie netta: 11.300 mq
Area completa: 400 ettari
Costruzione in Altezza: 14,5 m (parzialmente integrato nel paesaggio in pendenza)
Numero di piani: due livelli operativi
Struttura: struttura in calcestruzzo con elementi prefabbricati in cui è esposta la struttura e il getto di calcestruzzo in situ, dove la struttura è interrato, ossia le pareti di contenimento.
Il legame tra le strutture del primo e secondo piano è dato attraverso un lucernario continuo lineare.
Materiali: Acciaio, rovere e vetro.
Rivestimento: Acciaio
Sostenibilità: la struttura parzialmente interrata, così come l’elaborazione concreta del palazzo, massimizza la sua massa termica per mantenere un ambiente interno costante e le condizioni ottimali necessarie per la maturazione del vino.
L’ala dove si trovano le vasche è ventilata naturalmente per permettere alla CO2 di uscire durante il processo di fermentazione.
Il tetto fotovoltaico si estende sulle tre ali per massimizzare la superficie di approvvigionamento di energia.
Capacità di produzione: un milione di bottiglie di vino rosso all’anno.