Rappresentazione tridimensionale del progetto

ARCHICAD nasce come software CAD 3D per Apple Lisa nel 1984 e diventa famoso in ambiente Macintosh con il nome Radar/Ch.
Nel 1995 assume il nome ARCHICAD ed esce per la prima volta anche in versione Windows.
Oggi ARCHICAD è un programma per la progettazione architettonica multi-piattaforma, con tecnologia a 64-bit, piena capacità di sfruttare i sistemi multi-processore, nonché di offrire soluzioni per la progettazione in team per professionisti connessi in rete. La qualità di un software si misura anche dalla sua capacità di stare al passo e sfruttare al meglio le possibilità offerte dall’evoluzione dell’hardware. ARCHICAD è l’unico software BIM dotato di elaborazione predittiva in background, una soluzione che sfrutta le potenzialità inutilizzate della macchina durante le fasi di disegno per elaborare prospetti, sezioni, viste 3D risultando molto più performante nel momento in cui tali elaborazioni vengono richieste dal progettista. Allo stesso modo opera in funzione della sicurezza dei dati con il salvataggio delle copie di back-up durante la lavorazione del progetto, ricorrendo, nel caso di progetti condivisi in rete, a particolari soluzioni per limitare il traffico di dati, senza pregiudicare la sicurezza dei dati.
ARCHICAD è considerato il pioniere della rivoluzione BIM fra i software CAD e si rivolge sempre con più attenzione all’OPENBIM, una scelta strategica che si fonda sull’interoperabilità fra diversi software e diverse figure professionali all’interno del complesso processo della progettazione edilizia. Il tutto si fonda sull’IFC, un formato di interscambio comune definito a livello internazionale ed in continua evoluzione per i dati BIM ed ARCHICAD vanta le più aggiornate certificazioni in merito.

La documentazione tecnica, i dettagli costruttivi, nonché computi, abachi, valutazioni energetiche e ovviamente anche le immagini o le animazioni più suggestive del progetto sono derivate direttamente dal modello.
Anche le tavole derivano dal modello e si aggiornano automaticamente in base alla modellazione dell’edificio virtuale, così il progetto rimane vivo fino all’ultimo momento prima della consegna. Con facilità si possono ottenere indici dei disegni e tutto ciò che può essere estrapolato dalle informazioni legate al progetto, come pure è semplice pubblicare i disegni in formato PDF, o esportarli in altri formati.

ARCHICAD è in grado di importare file DXF, DWG ed in altri formati, è dotato di funzioni specifiche per l’importazione di rilievi da cui generare la modellazione tridimensionale dei terreni, nonché per l’importazione e successiva elaborazione di nuvole di punti generati dai rilevatori laser scanner. Questo riduce enormemente i tempi di rilievo e di restituzione grafica, ma soprattutto la possibilità d’errore manuale.
Altre funzioni specifiche all’interno di ARCHICAD sono dedicate alla progettazione impiantistica (Mep Modeler), alla valutazione energetica automaticamente derivata dal modello dell’edificio virtuale, al rendering ed alle animazioni (il motore CineRender di ARCHICAD è lo stesso di Cinema 4D della Maxon), allo studio della luce solare, alla simulazione delle fasi di realizzazione con relativi diagrammi di Gantt, alla collaborazione simultanea dei progettisti tramite le soluzioni BIMServer e BIMCloud.

La trentennale esperienza maturata da ARCHICAD punta oggi su due fronti apparentemente contrastanti: da un lato la facilità d’uso, perché un professionista non deve essere obbligato a conoscere tutte le funzioni di un programma per poterlo utilizzare e deve essere lasciato libero di esprimere le propria creatività senza arrovellarsi sul come realizzarla, dall’altro la coordinazione ed il controllo del processo costruttivo che è per definizione complesso, comprende l’apporto di diversi professionisti, ma deve rimanere fluido. Dalle soluzioni OPENBIM, alla sicurezza dei dati, dall’interfaccia utente al costante miglioramento delle performance, lo sviluppo di ARCHICAD è rivolto alla ricerca del miglior equilibrio tra facilità d’uso e completezza delle funzionalità a disposizione del progettista.

ArchiCAD ed ARCHICAD Star(T) Edition sono le due versioni disponibili sul mercato per i professionisti, per maggiori informazioni è possibile contattare gli uffici di GRAPHISOFT SE compilando la form qui a lato.
Sul portale myarchicad.com è possibile scaricare liberamente la versione Trial che consente di utilizzare ARCHICAD senza limitazioni di funzionalità per 30 giorni, allo stesso modo sono disponibili le licenze per studenti, istituti scolastici ed atenei in forma completamente gratuita e a rinnovo annuale per tutta la durata del corso di studi.

RICHIEDI INFORMAZIONI A

GRAPHISOFT

su Archicad di Graphisoft

Già registrato? Login