Un bagno turco “incorniciato”

Philippe Starck crea per Duravit “St.Trop”

“Se sei tanto fortunato da avere una buona idea, allora hai anche l’obbligo di condividerla”, afferma nient’altri che la star del design Philippe Starck. E ora il famoso designer condivide la sua ultima stravagante idea di design e crea per Duravit una nuova cabina doccia con funzione bagno turco.

Motivo artistico come idea del design

La struttura della cabina doccia bagno turco “St.Trop” è essenziale, squadrata e occupa solo un metro quadrato di superficie, sufficiente per fornire a Starck la base di un’ispirazione davvero insolita: la porta della cabina doccia è incorniciata come un grande dipinto. La parete di fondo è bianca e funge da tela. L’utilizzatore diventa il soggetto stesso del quadro e completa la naturale bellezza dell’immagine. Anche lo sgabello, realizzato in materiale resistente alle alte temperature, riprende il motivo artistico costituendo lui stesso una vera e propria scultura.

Doccia completa e potente bagno turco al tempo stesso

Il carattere semplice ma efficace dell’idea di design si riflette anche nelle funzionalità all’interno della cabina doccia: la rubinetteria Starck, con il lussuoso soffione centrale, garantisce una doccia adeguata all’uso quotidiano. Un’unità di comando attiva il potente bagno di vapore per il massimo relax. Premendo una volta il tasto, l’interno della cabina raggiunge rapidamente una temperatura tra i 42 e i 50 gradi, con un’umidità del 100%. Inizia così un piacevole bagno di vapore della durata preimpostata di 20 minuti. Per l’illuminazione Starck ha scelto la soluzione lineare di una barra luminosa installata nel tetto. E per poter integrare questo prodotto di comfort in qualsiasi bagno, la “cornice” è disponibile in tutte le finiture dei mobili Duravit: 27 colori che soddisfano tutti i gusti.


I mobili Starck giocano con la geometria

Nuovi mobili dal cilindro al quadrato luminoso

Uno dei mobili più conosciuti nel settore arredobagno è la base sottolavabo creata da Philippe Starck nel 1994 per la sua prima serie per il bagno Starck 1. La base dall’inconfondibile forma conica è stata scelta per prestigiosi progetti internazionali come il grattacielo attualmente più alto del mondo, il Burj Chalifa. Per Duravit, Philippe Starck ha ora ampliato questa forma conica giocando con altre geometrie. Il “cono”, come è ormai nota la famosa base sottolavabo, ora prende anche la forma di cilindro e parallelepipedo su base quadrata. Inoltre il designer ha creato nuove basi squadrate che continuano il gioco di geometrie in abbinamento a diverse bacinelle, da quelle tonde a quelle triangolari con angoli smussati, e infine trovano il loro completamento nei nuovi specchi e armadietti a specchio.

Cilindro e parallelepipedo come monoblocchi sospesi

Creando i nuovi mobili a forma di cilindro e parallelepipedo, il designer ha mantenuto l’idea delle ante ad “ali” dell’originale a cono: l’interno dei mobili si apre completamente e offre grande capienza. Entrambe le ante sono dotate di mensoline contenitive che riprendono le medesime forme geometriche; i piccoli oggetti del bagno rimangono così a portata di mano e l’estetica dell’insieme risulta gradevole anche ad ante aperte. Da chiuse le ante affascinano grazie ad un elegante listello in alluminio senza fughe, che può scorrere a destra e a sinistra per aprirle. La linea di separazione rimane però nascosta. Anche il passaggio tra ceramica e mobile è visivamente omogeneo. Niente altera l’effetto monoblocco dei mobili sospesi, sottolineato anche dalle apposite staffe nascoste.

Basi sospese all’insegna del rettangolo

Le nuove basi rettangolari sono disponibili in diverse dimensioni. Qui Starck ha potenziato il gioco di geometrie con le nuove bacinelle in ceramica, di forma circolare, quadrata o triangolare con angoli smussati. Caratteristica di questi mobili Starck sono i grandi cassettoni, che possono essere comodamente aperti con la leggera pressione del ginocchio. Sui lati dei cassettoni risplendono gli eleganti listelli in alluminio, larghi 6 cm, ripresi anche nella colonna abbinata. Gli interni dei mobili sono laccati in color alluminio e creano un bel contrasto, in particolare con il Nero ed il Bianco laccati o anche con la nuova finitura “Rovere”.

Armadietti a specchio con asse girevole e quadrato luminoso

Per completare, Philippe Starck ha ridefinito con la geometria anche il tema specchio e armadietto a specchio. Tutte le varianti sono caratterizzate da un „quadrato luminoso“ che diffonde la luce in maniera tenue attraverso uno speciale pannello luminoso. La soffusa luce d’ambiente aggiuntiva si irradia sulla parete dai lati e dall’estremità superiore. Il quadrato luminoso si trova sempre sulla parte destra fissa dell’armadietto a specchio, a cui la parte sinistra è collegata mediante un asse girevole. Sul lato posteriore della parte girevole sono installati dei contenitori in legno color alluminio che, in caso di necessità, possono essere inclinati in avanti. Così tutto quel che serve per l’igiene quotidiana è sempre a portata di mano. Una nuova interpretazione dell’armadietto a specchio, semplice ma di grande effetto! Per maggiori informazioni contattare…

www.duravit.it

RICHIEDI INFORMAZIONI A

DURAVIT

Compila i seguenti campi per richiedere maggiori informazionisulle novità DURAVIT by Philippe Stark

Già registrato? Login