Miglioramento Sismico? Partiamo dal terreno.

SEISMIC DEFENDER® di GEOSEC

Abstract:
interventi di riqualificazione, recupero e messa in sicurezza delle costruzioni esistenti in aree a rischio sismico non possono trascurare l’interazione del sistema terreno – fondazione – struttura in elevazione. Il metodo SEISMIC DEFENDER® di GEOSEC partecipa attivamente all’integrazione del progetto di miglioramento sismico del costruito grazie alle potenzialità delle iniezioni di resine espandenti che migliorano le caratteristiche geotecniche dei terreni con il supporto del controllo geofisico sismico 3D in corso d’opera per la verifica del trattamento. Miglioramento sismico? partiamo dal terreno.

L’interazione del sistema terreno – fondazione del costruito assume oggi giorno un ruolo interdisciplinare cruciale per la valutazione della risposta sismica delle strutture edificate.
La stima dell’azione sismica rimane un punto fondamentale nell’analisi del comportamento delle opere di ingegneria, considerando che nella realtà, in particolari condizioni locali di terreno, possono verificarsi amplificazioni sensibilmente maggiori rispetto a quelle proposte dai codici di riferimento.
La risposta sismica e quindi l’azione sismica locale dipendono anche dalla natura geologica del sito e dunque dalle sue condizioni geotecniche e come detto dall’interazione del sistema terreno-strutture.
Troppo spesso in passato si sono trascurati questi aspetti, considerando il problema sono in ambito esclusivamente strutturale.
La tecnologia d’iniezione espandente nei terreni è applicata da almeno alcuni decenni per il consolidamento e il miglioramento dei volumi significativi posti sotto al costruito e consente di modificare – in alcuni casi anche notevolmente – le condizioni geotecniche di un terreno grazie all’azione chimico fisica delle resine impiegate.

La soluzione, conosciuta inoltre per connotazioni di spiccata velocità e mini-invasività, permette di contribuire in modo efficiente all’interno del progetto complessivo volto all’aumento del grado di sicurezza globale di un manufatto anche in caso di sisma e secondo le prescrizioni del D.M. 14/01/2008 e s.m.i.
L’esperienza maturata nei trattamenti di miglioramento dei terreni sotto a fondazioni superficiali e con il supporto di tecnologie diagnostiche geofisiche e geotecniche appropriate, ha permesso al gruppo GEOSEC di orientare l’applicazione anche verso progetti di miglioramento dei terreni in aree edificate o edificabili per la riduzione del rischio sismico, grazie all’implementazione di una metodologia – SEISMIC DEFENDER® – che sfrutta il combinato di alcuni insegnamenti brevettuali già di proprietà del’azienda dapprima sottoposti a rigorosi programmi di collaudo e verifica su test in vera grandezza.

La metodologia ben si presta anche per la soddisfazione del fattore di sicurezza dei terreni liquefacibili, grazie alla potente azione aggregante e consolidante delle resine impiegate e si è dimostrata una competitiva alternativa alle soluzioni tradizionali ponendo in evidenza i seguenti vantaggi:

  • peso specifico del geopolimero molto inferiore alle miscele cementizie in un rapporto compreso tra 1/10 e 1/100;
  • limitato rischio di dispersione del materiale iniettato grazie alle ridottissime pressioni di iniezione (circa 2 bar) e al tempo di reazione chimica molto veloce < 120 sec.;
  • tempi di maturazione del materiale pressoché incomparabili rispetto alle tradizionali iniezioni di miscele cementizie e più precisamente in un rapporto minimo pari ad almeno 1/28 o superiore;
  • diametri di perforazione ridottissimi (max 3,5 cm);
  • possibilità di iniettare sul costruito anche in vani ristretti.
  • non produce sollevamenti impropri.
  • non produce vibrazioni alle strutture.
  • costi competitivi.

Compila i campi per richiedere maggiori informazioni oppure chiama il numero 800.045.645 per una visita di un nostro tecnico

RICHIEDI INFORMAZIONI A

GEOSEC

su GEOSEC

Già registrato? Login