Modulo richiesta informazioni

Compila i seguenti campi per richiedere maggiori informazioni sui prodotti di Pietre Santafiora

Professione

Note aggiuntive

l'informativa sulla privacy

Teatro della Compagnia

Progettazione: 1984-85
Realizzazione: Marzo 1986 Aprile 1987
Progetto: Adolfo Natalini – Fabrizio Natalini
Committenza: Fondiaria Assicurazioni
Impresa Costruttrice: Edilcoop Crevalcore BO
Fornitore rivestimento in pietra: Santafiora srl

Il progetto, commissionato a Natalini dalla società Fondiaria nel 1984, prevedeva la trasformazione del preesistente cinema Modernissimo (realizzato nel 1921 e successivamente rinnovato) in sala teatrale, da destinarsi a sede stabile del Teatro Regionale Toscano, in via Cavour.

Il progetto di Natalini tenne in assoluta considerazione, sin dalle prime fasi, il rispetto dell’insediamento originario e delle stratificazioni storiche in esso presenti, conferendo addirittura a tali elementi il ruolo di nucleo costituente e generatore delle nuove soluzioni.

La sala è rettangolare, come gli antichi teatri delimitata da pareti in pietra Santafiora segnate da lesene e perforata da logge, con una serie di piccoli risvolti per ottimizzare l’acustica.

L’idea era fu di dare l’impressione che la città fosse all’interno del teatro e non il contrario ecco perché venne scelta la pietra santafiora, pietra toscana , che ben si integra al contesto della storica città di Firenze, donando personalità e carattere alla realizzazione.

Colori caldi  che mettono a proprio agio anche in un ambiente sofisticato e ricercato.
La scelta della pietra Santafiora è stata possibile grazie alle garanzie delle sue indiscusse caratteristiche  tecnico-meccaniche che le permettono di essere impiegata in qualsiasi tipo di realizzazione.
Pietra dura , costituita da rocce sedimentarie clastiche, denominate arenarie, ben compattate da calcite, di una colorazione oscillante tra il sabbia e il nocciola.
Viene estratta in ampi bacini localizzati nella maremma toscana (Manciano GR).
Non risente dell’azione degli agenti esterni quali smog, gelo, piogge acide e salsedine.
Può essere utilizzata in ogni tipo di condizione climatica e ambientale e in qualsiasi dimensione a secondo delle esigenze.
Materiale di alto valore nell’arredamento, la Santafiora si presenta come pietra dai toni caldi con la caratteristica di donare alle realizzazioni effetti policromi suggestivi e naturali.
Le sue caratteristiche di antisdrucciolo e di non gelività (certificate da laboratori di analisi riconosciuti a livello europeo) la rendono particolarmente adatta per pavimentazioni di piazze, centri storici, rivestimenti di notevoli dimensioni, sia a parete continua che ventilata.
Garantisce resistenza ad antiestetiche ossidazioni scure (derivanti dallo smog).
Inoltre, essendo pietra che non risente dei fattori climatici e con un’ alta resistenza allo strappo, è particolarmente idonea per rivestimenti a parete ventilata di grande superficie esposta a salsedine ed in zone a rischio sismico.
Viene anche scelta dai progettisti anche per la sua capacità di contestualizzarsi con il paesaggio e di fornire rassicurazione e garanzie di risultato certo.

www.santafiorapietre.it