Da 70 anni è azienda leader in Italia nel settore dei prefabbricati in cemento per l’edilizia industriale, commerciale e logistica, grazie all’impiego di sistemi prefiniti e di soluzioni evolute progettate per ogni necessità stilistico-costruttiva, dalle piccole realizzazioni agli edifici più complessi.
Baraclit nel tempo ha acquisito un posto di rilievo nel panorama dell’architettura industriale lanciando sul mercato strutture rivoluzionarie per pregio architettonico e innovazione tecnologica, come la copertura Aliant – il primo tegolo alare della storia, caratterizzato da un design unico e dall’esclusivo sistema di impermeabilizzazione – e il solaio Ipersol, ideato per i progetti multipiano più impegnativi.
Nel 2009, forte dell’esperienza maturata nel laboratorio fotovoltaico SolarLAB, Baraclit ha creato la Divisione b.POWER per lo studio e l’integrazione delle energie rinnovabili da fonte solare nelle coperture prefabbricate con l’obiettivo di realizzare edifici autosufficienti a emissioni zero.

COPERTURA ALIANT

Il primo tegolo alare nella storia

DESCRIZIONE

30 anni di successi. 10 milioni di di mq coperti. 5.000 edifici realizzati. Funzionale, affidabile e resistente, Aliant – primo tegolo alare nella storia dell’edilizia industrializzata – ha rivoluzionato il sistema di copertura dei grandi ambienti diventando vera e propria icona di stile. Frutto di una costante evoluzione di prodotto e di processo (100% Made in Baraclit), Aliant conferma il primato tecnologico nel settore e l’unicità delle sue caratteristiche costruttive e architettoniche.

Il sistema di copertura Aliant nella sua versione originale si compone di elementi alari in calcestruzzo armato precompresso (da 10 a oltre 30 metri) posti ad interasse 260÷300 cm e alternati da lucernari zenitali continui in policarbonato.

Tra innumerevoli tentativi di imitazione, Aliant si contraddistingue ancora oggi per il profilo curvilineo all’estradosso, la sezione scatolare chiusa e un esclusivo sistema di impermeabilizzazione in conglomerato cementizio fibrorinforzato (fibrocemento Baraclit) solidarizzato a fresco sul supporto di calcestruzzo in fase di getto.

TECNOLOGIA

La struttura monolitica prefinita del tegolo Aliant è unica nel suo genere. I moduli in c.a.p. escono dallo stabilimento produttivo come monoblocco già coibentati, tinteggiati all’intradosso e impermeabilizzati, senza richiedere alcuna ulteriore lavorazione in cantiere.

La sezione trasversale concava e il profilo longitudinale curvilineo di Aliant garantiscono lo smaltimento ottimale delle acque meteoriche alle due estremità del tegolo. Qui l’acqua piovana è raccolta in appositi canali in acciaio inox (centrali e laterali) e convogliata agevolmente sul perimetro dell’edificio (“acqua fuori”).

Tutti gli elementi Aliant sono dotati di accessori e predisposizioni incorporate di serie per il fissaggio degli impianti interni ed esterni e sono identificati univocamente con tecnologia RFID (radiofrequenza) mediante microchip annegato all’interno.

  1. Manto di impermeabilizzazione in fibrocemento solidarizzato a fresco
  2. Microchip per tracciabilità RFID (radiofrequenza) inserito nel getto
  3. Tegolo in calcestruzzo a sezione scatolare alare
  4. Coibentazione a taglio termico di serie
  5. Armatura di precompressione
  6. Predisposizione per impianti appesi
  7. Tinteggiatura dell’intradosso con colore bianco (in stabilimento)

VANTAGGI

Design elegante
Ispirato all’armonia di forme di un gabbiano ad ali spiegate: lo straordinario e inimitabile profilo architettonico di Aliant, essenziale ed elegante, è diventato nel tempo vera e propria icona di stile.
“Acqua fuori” su canali inox dedicati
Il sistema di smaltimento delle acque meteoriche sfrutta la caratteristica curvatura del tegolo e l’impiego di appositi canali di raccolta in acciaio inox (la cui portata è dimensionata per precipitazioni atmosferiche eccezionali).
Eccellenti prestazioni strutturali
La sezione scatolare chiusa, il profilo curvilineo longitudinale e le testate larghe 2,4 metri conferiscono ai tegoli Aliant rigidezza torsionale, elevata resistenza meccanica per effetto “arco-tirante” e massima stabilità agli appoggi.
Copertura classificata BROOF
Grazie a un manto di copertura in classe di reazione al fuoco A1, Aliant garantisce massima resistenza all’azione esterna del fuoco (BROOF T1, T2, T3, T4) in conformità con la “Guida per l’installazione degli impianti fotovoltaici – Edizione anno 2012”.
Impermeabilizzazione senza guaine
Il fibrocemento – materiale composito a matrice cementizia rinforzato con fibre ad elevato modulo elastico – è iper resistente ai carichi concentrati, agli urti, alle abrasioni, con una durabilità eccezionale senza interventi di manutenzione.
Semplicità e velocità di montaggio
La natura prefinita in stabilimento del tegolo Aliant riduce al minimo i tempi di montaggio e le lavorazioni di finitura da realizzarsi in opera, garantendo piena certezza del risultato anche in condizioni meteo avverse.
Massima luminosità interna
L’illuminazione zenitale di Aliant (lucernari in policarbonato alveolare opalino) viene omogeneamente diffusa e riflessa grazie alla particolare geometria curvilinea del tegolo che non proietta ombre.
Qualità premiata
Con la firma dell’arch. Guido Canali di Parma, Aliant ha conseguito importanti riconoscimenti in campo architettonico: Prada Shoes Factory (IN/ARCH 2006) e Maglificio Gran Sasso (Triennale di Milano 2009).

COPERTURA ALIANT SPAZIO

Massima versatilità progettuale

DESCRIZIONE

Il programma Aliant cresce in “Spazio”: un modulo in più , studiato per offrire ai tecnici la massima flessibilità progettuale e un miglior rapporto qualità /prestazione senza rinunciare alle caratteristiche proprie della copertura Aliant (prefinita in stabilimento, elegante, totalmente pedonabile, durabile ed esente da manutenzione).

Il sistema Aliant Spazio prevede l’inserimento di elementi secondari intercalari fra i tegoli Aliant in c.a.p. posti a interassi variabili (da 4,60 a 6,30 metri). La modularità delle coppelle intercalari consente di introdurre superfici illuminanti (lucernari zenitali in policarbonato) a seconda delle esigenze di progetto e di modificarne lo schema
compositivo anche in epoca successiva al montaggio.

Aliant Spazio, concepito appositamente per incrementare la duttilità di impiego delle coperture (luci, maglie e interassi), migliora al contempo i parametri di isolamento termico in linea con i più rigorosi requisiti energetici dettati dalla normativa e auspicati dai clienti.

TECNOLOGIA

Gli elementi secondari intercalari BasalTop® presentano la stessa tecnologia evoluta dei tegoli Aliant: struttura monolitica prefinita, produzione altamente automatizzata, impermeabilizzazione in fibrocemento ecologico Baraclit, variabilità di lunghezze e spessori.

Le coppelle, impermeabili all’acqua ma permeabili al vapore, grazie ad uno speciale trattamento termo-igrometrico effettuato in stabilimento e alle peculiari caratteristiche strutturali (coibente schiumato con armatura metallica integrata), assicurano prestazioni statiche e termiche eccezionali mantenendo al contempo un peso proprio contenuto.

La coppella BasalTop® ha una finitura completa: la superficie interna è preverniciata di bianco in fase di produzione, quella esterna è totalmente pedonabile, incombustibile e idonea all’alloggiamento di impianti fotovoltaici integrati.

  1. Tinteggiatura dell’intradosso con colore bianco (in stabilimento)
  2. Lastra inferiore in fibrocemento ecologico con fibre di roccia basaltica
  3. Strato isolante ad alto potere coibente
  4. Armatura metallica integrata (rete zincata)
  5. Lastra superiore in fibrocemento ecologico con fibre di PVA
  6. Elemento di giunzione intercalari (idoneo per fissaggio impianti fotovoltaici b.Power)
  7. Elemento di chiusura
  8. Sovrapposizione tegolo-coppella con doppia guarnizione e fissaggio meccanico
  9. Manto di impermeabilizzazione in fibrocemento solidarizzato a fresco
  10. Microchip per tracciabilità RFID (radiofrequenza) inserito nel getto
  11. Tegolo Aliant in c.a.p.

VANTAGGI

Massima duttilità di impiego
La modularità delle coppelle intercalari del sistema Aliant Spazio consente la massima versatilità progettuale: rapporti illuminanti e interassi di montaggio variabili, inserimento ENFC, predisposizione per fotovoltaico.
Impermeabilizzazione senza guaine
Il fibrocemento – materiale composito a matrice cementizia rinforzato con fibre ad elevato modulo elastico – è iper resistente ai carichi concentrati, agli urti, alle abrasioni, con una durabilità eccezionale senza interventi di manutenzione.
Grandi maglie strutturali
La tecnologia evoluta dei tegoli Aliant e degli intercalari BasalTop® permette di realizzare edifici con grandi luci e campate uniche senza pilastri intermedi (es. maglie strutturali di 20 x 30 metri).
“Acqua fuori” su canali inox dedicati
Il sistema di smaltimento delle acque meteoriche sfrutta la curvatura sia delle coppelle che dei tegoli, e l’impiego di appositi canali di raccolta in acciaio inox (la cui portata è dimensionata per precipitazioni atmosferiche eccezionali).
Ottimo rapporto prestazione/peso
Aliant Spazio si distingue per prestazioni statiche eccellenti con peso proprio contenuto, in grado di migliorare la risposta al sisma della copertura, ridurre i costi delle fondazioni e ottimizzare gli spazi interni degli edifici.
Copertura classificata BROOF
Grazie a un manto di copertura in classe di reazione al fuoco A1, Aliant Spazio garantisce massima resistenza all’azione esterna del fuoco (BROOF T1, T2, T3, T4) in conformità con la “Guida per l’installazione degli impianti fotovoltaici – Edizione anno 2012”.
100% copertura prefinita
Il ciclo produttivo è interamente realizzato in stabilimento (100% Made in Baraclit) dando vita a manufatti prefiniti con standard di controllo industriale che non necessitano di ulteriori interventi in cantiere.
Alto potere di isolamento termico
Gli intercalari BasalTop® hanno un’anima isolante in poliuretano espanso a elevata densità che assicura coefficienti di conducibilità termica minimi in linea con le più recenti normative sul risparmio energetico.

COPERTURA ALIANT SHED

Luminosità e comfort ambientale

DESCRIZIONE

Il sistema Aliant Shed, concepito per ampliare le possibilità di illuminazione e areazione degli ambienti di lavoro, rappresenta la naturale evoluzione del sistema Aliant Spazio con cui condivide l’impiego dei moduli secondari BasalTop® montati a falde inclinate rispetto al piano orizzontale con l’interposizione di superfici traslucide (infissi a shed).

Con le finestre opportunamente orientate a nord, Aliant Shed conferisce all’ambiente interno una luminosità omogenea e diffusa che, per la sua natura di luce diurna indiretta, consente un notevole beneficio termico nel regime estivo. Il sistema a shed risulta inoltre particolarmente adatto a spazi destinati alla produzione o al deposito di beni sensibili ai raggi infrarossi e/o ultravioletti.

Le falde di copertura esposte a sud costituiscono il supporto ideale per l’installazione di impianti fotovoltaici integrati senza perforare lo strato di tenuta all’acqua (manto cementizio fibrorinforzato), migliorando al contempo l’efficienza termica della copertura (“tetto ventilato”).

TECNOLOGIA

Gli shed, le cui finestre possono essere movimentate dal basso verso l’alto con apertura motorizzata, lasciano filtrare una luce uniforme e diffusa su tutta l’area coperta, riflessa dal profilo curvilineo del tegolo Aliant che non proietta zone di ombra.

Dotati di telaio portante indipendente e di infissi a taglio termico (in alluminio o in PVC), gli shed del sistema Aliant hanno una struttura modulare che permette di rendere apribili solo le finestre necessarie per consentire i ricambi di aria e di inserire agevolmente evacuatori di fumo e calore integrati.

Il sistema Aliant Shed prevede inoltre l’integrazione di serie nel telaio portante di profili longitudinali rompitratta con funzione anticaduta (in sostituzione dei sistemi di protezione individuali – linee vita – sui tegoli).

  1. Coppella BasalTop®
  2. Scossalina di chiusura
  3. Telaio portante indipendente
  4. Barra rompitratta anticaduta
  5. Policarbonato alveolare traslucido
  6. Infisso a taglio termico (in alluminio o PVC)
  7. Manto di impermeabilizzazione in fibrocemento solidarizzato a fresco
  8. Microchip per tracciabilità RFID (radiofrequenza) inserito nel getto
  9. Tegolo Aliant in c.a.p.

VANTAGGI

Illuminazione diffusa
L’orientamento dello shed e il profilo curvilineo del tegolo e della coppella assicurano luminosità diffusa grazie alle finestre che lasciano trasparire una luce diafana uniforme ed estesa, con conseguente risparmio energetico.
100% copertura prefinita
Il ciclo produttivo è interamente realizzato in stabilimento (100% Made in Baraclit) dando vita a manufatti prefiniti con standard di controllo industriale che non necessitano di ulteriori interventi in cantiere.
Areazione naturale
La copertura Aliant Shed consente di areare i locali senza ricorrere a sistemi di ventilazione forzata garantendo quindi massimo comfort e vivibilità degli ambienti soprattutto nel periodo estivo.
Impermeabilizzazione senza guaine
Il fibrocemento – materiale composito a matrice cementizia rinforzato con fibre ad elevato modulo elastico – è iper resistente ai carichi concentrati, agli urti, alle abrasioni, con una durabilità eccezionale senza interventi di manutenzione.
Ideale supporto per impianti fotovoltaici
Il sistema Aliant Shed è perfettamente idoneo all’installazione di impianti fotovoltaici sulle coppelle BasalTop® senza modifiche o fori sulla copertura che potrebbero comprometterne le qualità funzionali invalidando la garanzia di impermeabilizzazione.
“Acqua fuori” su canali inox dedicati
Il sistema di smaltimento delle acque meteoriche sfrutta la curvatura sia delle coppelle che dei tegoli, e l’impiego di appositi canali di raccolta in acciaio inox (la cui portata è dimensionata per precipitazioni atmosferiche eccezionali).
Agevole inserimento ENFC
Gli evacuatori di fumo e calore (ENFC), integrati direttamente nello shed con apertura automatica comandata da ampolla termosensibile, permettono in caso di incendio l’efficace e immediato sgombero dei fumi e l’abbassamento della temperatura interna.
Copertura classificata BROOF
Grazie a un manto di copertura in classe di reazione al fuoco A1, Aliant Shed garantisce massima resistenza all’azione esterna del fuoco (BROOF T1, T2, T3, T4) in conformità con la “Guida per l’installazione degli impianti fotovoltaici – Edizione anno 2012”.

RICHIEDI INFORMAZIONI A

BARACLIT

sulle soluzioni costruttive offerte da Baraclit

Già registrato? Login