Stampa
30/12/2013

Surroga del mutuo, ecco come funziona e come richiederla

Se dopo aver accesso un mutuo non si è soddisfatti delle condizioni applicate, si può richiedere a un istituto bancario la surroga: ecco come fare.

Surroga del mutuo, ecco come funziona e come richiederla 1

La scelta del mutuo per acquistare o ristrutturare una casa va presa con particolare attenzione, in quanto le rate ci accompagneranno per molti anni. È quindi bene sapere quali sono i mutui più vantaggiosi leggendo con attenzione i fogli informativi, ponderando con attenzione la durata dell’ammortamento e così via.
Nonostante queste accortezze, però, può capitare che dopo alcuni anni le condizioni del mutuo che abbiamo sottoscritto non ci soddisfino più o che non siano adeguate a delle nuove esigenze. In questi casi, si può pensare di chiedere la surroga del mutuo, detta anche portabilità, per cercare di non venire meno al pagamento.
La surroga, infatti, permette di trasferire il mutuo da un istituto di credito a un altro, rinegoziando le condizioni e senza pagare alcun costo. Le spese di istruttoria e di perizia, infatti, sono a carico della banca che accetta il trasferimento del mutuo (che comunque mantiene l’ipoteca in corso).
L’importo del nuovo mutuo dovrà essere uguale a quello che ancora si deve rimborsare del finanziamento precedente. Il cliente, però, può decidere se modificare o meno il tasso di interesse, da variabile a fisso o il contrario. Inoltre può chiedere la rinegoziazione dello spread, cioè della commissione applicata dalla banca al finanziamento, e della durata dell’ammortamento.
Per chiedere la surroga del mutuo sarà sufficiente comunicare la propria intenzione alla banca prescelta. Attenzione, anche in questo caso, prima di rivolgersi a un istituto di credito, è bene confrontare online le proposte di mutuo, così da orientarsi e trovare quella più vantaggioso e adatto alle proprie esigenze. Prima di procedere con la richiesta di surroga, infatti, è bene essere certi che il nuovo mutuo sia realmente più vantaggioso di quello che si vuole cambiare.
Inoltre è necessario sottolineare che, mentre l’istituto di credito con cui abbiamo acceso il primo mutuo è tenuto ad accettare la richiesta di surroga, la banca prescelta non ha l’obbligo di concedere la surroga. Qualora la banca prescelta accettasse la richiesta, sarà questa a contattare l’istituto di credito precedente per avviare e gestire le pratiche di portabilità.
È anche possibile che l’istituto di credito a cui ci rivolgiamo proponga, al posto della surroga, la sostituzione del mutuo. In questo caso il precedente finanziamento viene estinto e quindi si stipulerà un nuovo mutuo. Tuttavia in questo caso ci saranno dei costi da pagare (perizie, istruttorie e così via), quindi attenzione a valutarne con attenzione la reale convenienza.

di: Jessica Marzella

 

Commenta questa notizia

Notizie nella categoria MERCATO

23/04/2014 MERCATO

Investimenti sugli immobili? Troppa burocrazia

Investimenti sugli immobili? Troppa burocrazia

Gli investitori esteri sono sempre più interessati ad investimenti immobiliari sul nostro paese, ma è necessario, anzi indispensabile l'eliminazione di...

22/04/2014 MERCATO

CSC parla di una crescita, ma mancano occupazione e credito

CSC parla di una crescita, ma mancano occupazione e credito

CSC, il centro Studi di Confindustria ha sottolineato come le economie avanzate siano in fase di accelerazione, mentre continuano a frenare quelle...

TUTTE LE NOTIZIE NELLA CATEGORIA MERCATO >>